Bond: andamento spread dipenderà da reazione mercato ad aste

Il differenziale è sceso verso quota 250 punti base dopo che Roma e Bruxelles hanno trovato un accordo sulla Legge di Bilancio italiana

di , pubblicato il
Il differenziale è sceso verso quota 250 punti base dopo che Roma e Bruxelles hanno trovato un accordo sulla Legge di Bilancio italiana

Lo spread Btp/Bund tratta in lieve contrazione a 265 punti base rispetto ai 267 pb della chiusura di venerdì scorso. Il differenziale è sceso verso quota 250 punti base dopo che Roma e Bruxelles hanno trovato un accordo sulla Legge di Bilancio italiana a dicembre, ma la scorsa settimana il differenziale è tornato in area 270 pb.

Gli strategist di Unicredit fanno notare che, superata la fase di scontro con botta e risposta tra il Governo e la Commissione europea sulla manovra, l’andamento dello spread nel breve periodo sarà dettato da come le prossime emissioni di Btp verranno accolte dagli investitori.

Nel frattempo il rendimento del Bund decennale è risalito dai minimi allo 0,15% la scorsa settimana e prosegue il trend al rialzo anche oggi grazie al miglioramento del sentiment sui mercati. Nello specifico il costo di finanziamento dei titoli di Stato di Berlino è in aumento di 1 punto base allo 0,21%.

Sia gli analisti di Commerzbank che quelli di Dz Bank fanno inoltre notare che dietro al movimento al rialzo dei rendimenti dell’obbligazionario c’è anche il significativo ammontare di emissioni nell’Eurozona di questa settimana, pari a circa 30 miliardi di euro. Infine, sul fronte macroeconomico, gli ordini al settore manifatturiero in Germania, in termini destagionalizzati, sono calati dell’1% a livello mensile e del 4,3% su base annuale a novembre. Il dato ha deluso il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal che si aspettavano un calo dello 0,4% m/m. Gli ordini esteri sono scesi del 3,2% m/m mentre quelli domestici sono aumentati del 2,4% m/m.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: