BNP Paribas lancia una nuova serie di Certificate Memory Cash Collect

BNP Paribas ha lanciato una nuova serie di certificate Memory Cash Collect su panieri di azioni con durata biennale. Tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
BNP Paribas ha lanciato una nuova serie di certificate Memory Cash Collect su panieri di azioni con durata biennale. Tutti i dettagli

BNP Paribas annuncia l’emissione di una nuova serie di certificate Memory Cash Collect su panieri di azioni con durata biennale. La nuova emissione offre premi potenziali con effetto memoria a cadenza trimestrale, pari a un rendimento compreso tra lo 2,10% (8,40% annuo) e il 3,80% (15,20% annuo) e barriera posta tra il 50% e il 60%.

I nuovi Memory Cash Collect, caratterizzati da un sottostante composto da un paniere di due o tre titoli azionari, consentono di ottenere premi con effetto memoria nelle date di valutazione trimestrali anche nel caso in cui le azioni sottostanti abbiano perso terreno, ma la quotazione della peggiore del paniere sia superiore o pari al livello barriera. Inoltre, a partire dal sesto mese di vita, il certificate scade anticipatamente e l’investitore riceve il capitale investito qualora nelle date di valutazione trimestrali tutti i sottostanti del paniere quotino a un valore superiore o pari al valore iniziale.

Invece, nel caso in cui il sottostante quoti ad un valore inferiore alla barriera, il Certificate continua la sua vita e non paga il premio, ma grazie all’effetto memoria, se a una delle date di valutazione successive il sottostante quota a un valore uguale o superiore alla barriera, il Certificate paga un premio cumulativo che comprende tutti quelli non pagati nelle precedenti date di valutazione intermedie.

BNP Paribas lancia nuovi certificati Memory Cash Collect

Quando il certificato giungerà a scadenza, il 19 ottobre 2020, si prospettano due possibili scenari: se tutti i sottostanti quotano a un livello pari o superiore al livello barriera, il Certificate rimborsa il capitale investito più gli eventuali premi non pagati precedentemente; se invece almeno una delle azioni del paniere quota sotto il livello barriera, il Certificate paga un importo commisurato alla performance negativa del sottostante peggiore del paniere, con conseguente perdita sul capitale investito.

Ad esempio, il Memory Cash Collect su Intesa Sanpaolo e Unicredit pagherà un premio trimestrale del 3,60% (14,20% annuo) se ad ogni data di valutazione intermedia, il valore di tutte le azioni che compongono il paniere è maggiore o uguale al livello barriera (rispettivamente 1,19 € e 6,99 €) e proseguirà la sua vita fino alla data di valutazione successiva. Dal sesto mese, qualora Intesa Sanpaolo e Unicredit quotassero al di sopra del valore iniziale (1,98 € e 11,64 €) nelle date di valutazione, il Certificate, oltre al pagamento del premio, rimborserà anticipatamente anche il capitale inizialmente investito (100 € per Certificate).

In particolare BNP ha lanciato 12 Memory Cash Collect su panieri di azioni di primarie società quotate, italiane e straniere: Banco BPM, Banca Popolare Emilia Romagna, Ubi Banca (ISIN: NL0013035835), Intesa Sanpaolo, Unicredit (ISIN: NL0013035843), Credit Agricole, Societe Generale, Deutsche Bank (ISIN: NL0013035850), Fiat Chrysler Automobilies, Peugeot (ISIN: NL0013035868), Fiat Chrysler Automobilies, Volkswagen (ISIN: NL0013035876), Saipem, Tenaris (ISIN: NL0013035884), Glencore, Enel, Eni (ISIN: NL0013035892), Telecom Italia, E.ON, Engie (ISIN: NL0013035900), Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mediobanca (ISIN: NL0013035926), Prada, Ferragamo, Moncler (ISIN: NL0013035942), Fiat Chrysler Automobilies, Ferrari (ISIN: NL0013035959), Glencore, Rio Tinto, Barrrick Gold (ISIN: NL0013035967).

Luca Comunian, Head of Distribution Marketing & Communication – Global Markets di BNP Paribas Corporate & Institutional Banking, ha così commentato la nuova emissione: “I Memory Cash Collect su panieri di azioni integrano e migliorano la nostra ampia offerta di certificate. Questi prodotti innovativi, che sono il risultato della nostra attività di ricerca e sviluppo, rappresentano una soluzione originale in grado di accrescere la diversificazione di portafoglio. Si tratta di strumenti particolarmente adatti per gli investitori alla ricerca di premi periodici e che allo stesso tempo vogliono proteggersi dal rischio di moderati ribassi del sottostante”. Il trattamento fiscale dei certificate, considerati redditi diversi di natura finanziaria (con aliquota pari al 26%), a differenza di altre classi di investimento quali fondi ed ETF, permette di utilizzare le eventuali plusvalenze per compensare perdite pregresse.

CERTIFICATI MEMORY CASH COLLECT (ISIN Code, Composizione del Basket di azioni, Coupon trimestrale, Barriera)

NL0013035835
Banco BPM
Banca Popolare Emilia Romagna
Ubi Banca
3,80 %
50%

NL0013035843
Intesa Sanpaolo
Unicredit
3,60 %
60%

NL0013035850
Credit Agricole
Societe Generale
Deutsche Bank
2,25 %
60%

NL0013035868
Fiat Chrysler Automobilies
UG FP

2,80 %
60%

NL0013035876
Fiat Chrysler Automobilies
Volkswagen

2,25 %
60%

NL0013035884
Saipem
Tenaris

2,10 %
60%

NL0013035892
Glencore
Enel
Eni
2,75 %
60%

NL0013035900
Telecom Italia
E.ON
Engie
2,15 %
60%

NL0013035926
Unicredit
Intesa Sanpaolo
Mediobanca
3,30 %
50%

NL0013035942
Prada
Ferragamo
Moncler
2,20 %
60%

NL0013035959
Fiat Chrysler Automobilies
Ferrari

2,20 %
60%

NL0013035967
Glencore
Rio Tinto
Barrrick Gold
3,00 %
60%

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, BNP Paribas