Blue Green lancia bond per vendere gas in Italia

In sottoscrizione fino al 30 aprile obbligazioni garantite della holding svizzera. Cedola 6,50% per sei anni con premio a scadenza

di Mirco Galbusera, pubblicato il
In sottoscrizione fino al 30 aprile obbligazioni garantite della holding svizzera. Cedola 6,50% per sei anni con premio a scadenza

La svizzera Blue Green è pronta a lanciare un piccolo bond in Italia. Lo scopo è quello di reperire  le risorse necessarie per sbarcare sul mercato italiano del gas naturale. La multinazionale svizzera, attiva dal 1983 nell’intermediazione, tra l’altro, di prodotti petroliferi in Europa, sta collocando in questi giorni una piccola obbligazione strutturata (mini bond) da 30 milioni di euro. L’iniziativa si fonda su un presupposto industriale: Blue Green ritiene di potersi inserire tra i primi operatori italiani del mercato del gas perché il tasso di switching (cioè il cambio di operatore da parte dei clienti finali, ndr) in Italia è di appena il 4,7%, contro medie europee molto più alte, per esempio il 13% della Bran Bretagna. La società svizzera – spiega Massimiliano Pagani, cfo della holding – punta su volumi di intermediato molto interessanti: dai 252 milioni per l’esercizio 2014-2015 (con ebitda di 8 e utile di 4) ai 450 del 2017-2018 (con ebitda di 21 e utile di 21) fino ai 570 del 2019-2020 con ebitda di 30 e utile di 12. Ma già a partire dal 2015-2016 ci dovrebbero essere flussi di cassa operativi.

 

Obbligazioni Blue Green Holdings 6,50% marzo 2020

 

gas drilling

L’obbligazione Blue Green Holdings, è sottoscrivibile fino alla fine di aprile e sarà emessa dalla controllata lussemburghese Soparfi 2 Luxco, creata nell’ambito del gruppo Blue Green Holdings. I termini per la chiusura delle sottoscrizioni, inizialmente previsti al 31 marzo – precisa una nota – sono stati prorogati entro la fine del mese di aprile per dare il tempo tecnico ad alcune controparti belghe e di Dubai di entrare nel business. Nel frattempo, quasi tutta l’offerta è stata prenotata – commenta Pagani – a dimostrazione dell’interesse ricevuto dagli investitori che ha superato anche le nostre più rosee aspettative. Più nel dettaglio, si tratta di un prestito riservato agli investitori istituzionali, con particolare attenzione a quelli molto specializzati (taglio minimo acquistabile 100.000 euro). L’operazione, curata da Lazard, ha un controvalore in franchi svizzeri di massimo 30 milioni di euro. La scadenza è fissata per il 31 marzo 2020 (sei anni di durata), anche se l’emittente ha la facoltà di richiamo anticipato. Il bond, che è della categoria senior secured verrà quotato sul mercato lussemburghese Euro-Mtf. La liquidità raccolta servirà a costituire fideiussioni bancarie, per poter poi acquistare gas naturale da vendere alle aziende (tramite la partecipata Ch4& Power) e al mercato retail (tramite Alma Energy Trading, una società italiana che verrà acquistata al termine della raccolta) secondo un ambizioso piano industriale. Le obbligazioni non hanno rating e saranno garantite da pegni di primo grado sulle azioni Ch4&P, Alma e Soparfi 2 LuxCo.

 

Bond Blue Green:  tasso fisso per 6 anni con premio a scadenza

 

Interessante, e articolato, il rendimento del prestito: il tasso minimo fisso annuale è il 6,5%, liquidato a scadenze annuali. Oltre a questo, [fumettoforumleft] a scadenza finale viene riconosciuto agli obbligazionisti un tasso di interesse variabile così calcolato: il 50% dell’utile netto delle singole società, calcolato a partire dal secondo esercizio intero successivo all’acquisizione di Alma, con un massimo (cap) del 15% e un minimo garantito del 10, ed eventuale assegnazione gratuita di azioni Alma, per colmare l’eventuale gap rispetto al target del 10% di utile. Se le azioni Alma venissero quotate in un mercato regolamentato, al momento della quotazione gli obbligazionisti avrebbero il diritto di convertire alla pari il bond in azioni Alma valorizzate al prezzo dell’ipo. Questo diritto sarebbe, o sarà, valido in qualsiasi momento della vita del bond. Alma svolge già attività di vendita di gas naturale a clienti civili e micro-business e ad oggi conta 35 mila clienti grazie soprattutto all’aggiudicazione della gara indetta dal grippo d’acquisto «Abbassa la bolletta» organizzato da Altronsumo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni High Yield, Obbligazioni societarie, Ratings

I commenti sono chiusi.