Bialetti: convocherà Cda per emissione bond

Bialetti emetterà bond convertibili per 27 milioni di euro nell'ambito del piano di ristrutturazione del debito

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Bialetti emetterà bond convertibili per 27 milioni di euro nell'ambito del piano di ristrutturazione del debito

Bialetti Industrie convocherà il Cda per emettere un prestito obbligazionario. Il Tribunale di Brescia, si legge in una nota, ha disposto il divieto di iniziare o proseguire azioni cautelari o esecutive a carico del patrimonio di Bialetti I. e di acquistare titoli di prelazione se non concordati, accogliendo con ciò l’istanza presentata da Bialetti.

Il Tribunale ha assegnato il termine di 60 giorni per il deposito dell’accordo di ristrutturazione dell’indebitamento della società da sottoscriversi con le banche creditrici di Bialetti, Och-Ziff Capital Investments LLC e alcuni fornitori strategici della società stessa. Con il medesimo decreto, il Tribunale di Brescia ha altresì autorizzato Bialetti a contrarre un finanziamento pre-deducibile mediante emissione di obbligazioni non convertibili dell’importo di 17 milioni di euro, quale  prima tranche di un prestito obbligazionario di complessivi 27 milioni di euro, autorizzando altresì la società a concedere, a garanzia del finanziamento, pegno sui marchi Bialetti e Aeternum e privilegio su beni e macchinari di Bialetti. Verrà quindi convocato il Board per autorizzare l’emissione del predetto prestito obbligazionario e per approvare la sottoscrizione dell’accordo con Och-Ziff Capital Investments LLC, sulla base del term sheet sottoscritto lo scorso 11 ottobre. L’emissione del prestito obbligazionario e la conseguente erogazione dell’importo di 17 milioni di euro è attesa entro l’ultima settimana di novembre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti