Beni Stabili, possibile emissione bond senior

Possibile arrivo di un nuovo bond fino a 300 milioni di euro per Beni Stabili. L'operazione di colllìocamento è già stata affidata ad alcune banche

di , pubblicato il
Possibile arrivo di un nuovo bond fino a 300 milioni di euro per Beni Stabili. L'operazione di colllìocamento è già stata affidata ad alcune banche

Beni stabili potrebbe tornare presto sul mercato dei bond. A riferirlo sono alcuni analisti. La società ha avviato l’organizzazione nell’immediato futuro di alcuni incontri in tutta Europa con investitori fixed income al fine di valutare l’opportunità di emettere obbligazioni senior non garantite denominate in euro, purchè sussistano le condizioni di mercato e subordinatamente all’approvazione del Consiglio di Amministrazione. La possibile emissione riguarderebbe obbligazioni non convertibili e sarebbe riservata esclusivamente a investitori istituzionali, per un importo minimo di 300 milioni di euro e una scadenza prevista tra 5 e 7 anni.

A detta degli analisti “l’operazione sarebbe in linea con l’obiettivo del gruppo di diversificare le fonti di finanziamento“.

 

L’operazione prevista rientrerebbe all’interno della strategia di diversificazione delle fonti di finanziamento della società, secondo quanto previsto dalle sue linee guida strategiche e a seguito dell’ottenimento di un rating di credito da Standard & Poor’s (BBB-, con outlook stabile), annunciato in precedenza quest’anno. Beni Stabili ha incaricato Banca Imi, Bnp Paribas, Crédit Agricole Cib, Societé Generale Cib e UniCredit per l’organizzazione degli incontri con gli investitori e quali Joint Lead Managers della potenziale emissione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,