Beni Stabili colloca un nuovo bond convertibile

I proventi saranno in parte utilizzati per operazioni di riacquisto sul bond equità linked in scadenza nel 2015 al prezzo di 102,75. La nuova emissione pagherà interessi più bassi

di Mirco Galbusera, pubblicato il
I proventi saranno in parte utilizzati per operazioni di riacquisto sul bond equità linked in scadenza nel 2015 al prezzo di 102,75. La nuova emissione pagherà interessi più bassi

Beni Stabili torna ad emettere obbligazioni convertibili. La società immobiliare sta infatti prezzando in queste ore un nuovo prestito equity linked da 230 milioni di euro (incrementabile a 270 in caso di esercizio integrale dell’opzione di aumento nonché dell’opzione greenshoe concesse ai joint bookrunners) di durata cinque anni e mezzo. L’emissione servirà a rifinanziare in parte il debito allungandone la scadenza e facendo provvista per il rimborso del bond convertibile Beni Stabili 3,875% che andrà a scadenza fra due anni. La società comunica infatti anche il contestuale eventuale riacquisto, mediante un’operazione di reverse bookbuilding, delle obbligazioni in circolazione equity-linked euro 225.000.000 3,875% con scadenza 2015 (Isin XS0503773698) emesse da Beni Stabili Siiq. Nel caso di riacquisto di obbligazioni esistenti, il prezzo sarà pari al 102,75% del loro valore nominale, unitamente agli interessi maturati e non ancora corrisposti.

 

Nuove obbligazioni convertibili Beni Stabili in sostituzione delle vecchie 

Le nuove obbligazioni saranno emesse alla pari con un valore nominale unitario pari a 100.000 euro, una scadenza di 5,5 anni dalla data di emissione e una cedola fissa compresa in un range dal 2,625% al 3,375% annuale, pagabile posticipatamente su base semestrale il 17 aprile e il 17 ottobre di ogni anno, a partire dal 17 aprile 2014. [fumettoforumright] La società avrà la facoltà di regolare i diritti di conversione scegliendo se consegnare azioni, corrispondere un importo in denaro oppure una combinazione di azioni e denaro. Ci si attende che il prezzo di conversione iniziale delle obbligazioni sia fissato mediante l’applicazione di un premio compreso tra il 32% e il 37% sul prezzo medio ponderato delle azioni Beni Stabili rilevato sulla Borsa Italiana tra il momento del lancio e quello del pricing dell’operazione, soggetto a possibili futuri aggiustamenti anti-diluizione, spiega una nota.

 

Utili in calo nel primo semestre 2013. Si spera nella fine della crisi

 

201305231705182678_BS-Siiq

Il  risultato netto ricorrente di Beni Stabili Siq ha sfiorato nel primo semestre 2013 i 36 milioni di euro, contro i 46,6 del corrispondente periodo dello scorso anno, mentre  l’utile netto, a causa soprattutto dei maggiori oneri finanziari e fiscali è sceso da 16,9 a 3,9 milioni di euro.  Ciò nonostante, l’azienda sta riuscendo a mantenere una situazione patrimoniale e finanziaria  stabile nell’attuale difficile contesto di mercato. Nel pieno di una crisi del mercato immobiliare che dura ormai da sei anni, Beni Stabili – si legge in una nota – forte di una scelta strategica basata fondamentalmente sulla locazione nelle grandi città di immobili commerciali di prestigio, non solo è riuscita a mantenere stabilità patrimoniale e finanziaria, ma persino a migliorare alcune voci del suo bilancio, a cominciare dai ricavi da locazione, cresciuti  a 116,3 milioni dai 113,2 del primo semestre dello scorso anno. E non è risultato da poco in uno scenario che vede appunto in calo tendenziale i canoni, ed in aumento tendenziale gli spazi non locati. “C’è da sperare – ha osservato l’Ad di Beni Stabili Siq Aldo Mazzocco – che la crisi economica stia per finire e che possano arrivare finalmente segnali di ripresa anche per il settore immobiliare”. Per quanto riguarda poi il valore complessivo del portafoglio immobiliare, esso è rimasto nel semestre sostanzialmente invariato : 4 miliardi e 263 milioni rispetto ai 4 miliardi e 269 milioni al 31 dicembre 2012.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove obbligazioni, Obbligazioni convertibili, Obbligazioni societarie, Obbligazioni Beni Stabili

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.