Bce: stop al quantitative easing a fine anno

La Bce fermerà il QE il 31 dicembre, ma non smetterà di acquistare titoli. Tassi fermi ancora per un anno (almeno)

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La Bce fermerà il QE il 31 dicembre, ma non smetterà di acquistare titoli. Tassi fermi ancora per un anno (almeno)

Ieri toni piuttosto “da colomba” per la Banca centrale europea. Come ampiamente previsto, la BCE ha fissato una data di scadenza per il suo programma di acquisto asset. Ciò è mitigato dal fatto che il volume degli acquisti non scenderà semplicemente dagli attuali 30 miliardi di euro al mese a zero entro fine settembre, ma sarà prima limitato a 15 miliardi di euro al mese nel quarto trimestre, per poi cessare a fine anno.

 

Vale la pena sottolineare – osserva Wolfgang Bauer, gestore del fondo M&G Absolute Return Bond di M&G Investments – che questo non segna la fine del quantitative easing in Europa. La BCE reinvestirà il debito in scadenza per un lungo periodo di tempo dopo la conclusione degli acquisti netti, continuando così a immettere liquidità nei mercati obbligazionari europei nel prossimo futuro, sebbene a un ritmo molto più lento rispetto agli ultimi due anni. Sul fronte dei tassi, la BCE ha di fatto escluso qualsiasi rialzo dei tassi per il primo semestre del 2019. Con la recente diffusione di dati economici notevolmente più deboli rispetto alla seconda metà del 2017, la probabilità di un aumento dei tassi all’inizio del 2019 era comunque diventata piuttosto bassa, ma le dichiarazioni di oggi della BCE hanno rimosso ogni ambiguità residua.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp