Bce pronta ad annunciare la fine del quantitative easing

Occhi sono puntati sulla Banca centrale europea che comunicherà la fine del programma di acquisti di bond e titoli di stato. Spread calmo e Btp a 2,91%

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Occhi sono puntati sulla Banca centrale europea che comunicherà la fine del programma di acquisti di bond e titoli di stato. Spread calmo e Btp a 2,91%

Calma sullo spread Btp/Bund che tratta in netta contrazione a 232,735 punti base dopo il netto allargamento di ieri, quando il differenziale ha terminato le contrattazioni a 243,978 pb. Gli occhi sono puntati sulla Banca centrale europea.

Alla riunione della prossima settimana la Bce potrebbe comunicare che chiuderá definitivamente il programma di acquisto titoli pubblici e privati da 2,5 trilioni di euro (24% del Pil), dopo un breve tapering nel 4° trimestre di quest’anno“, affermano gli economisti di Intesa Sanpaolo, i quali ritengono inoltre che “maggiori dettagli sul sentiero dei tassi e condizioni per l’inizio di un graduale ciclo di rialzi arriveranno dopo l’estate, molto probabilmente a settembre. Ma i tassi di policy a, a regime, resteranno piú bassi che nel periodo pre-crisi“.

Fossi Draghi non avrei tutta questa fretta di segnalare la fine del QE giá giovedì” prossimo, sottolinea però Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners, puntualizzando che “l’entitá della perdita di slancio dell’economia europea non è chiara e la turbolenza osservata sugli asset italiani merita forse un periodo di monitoraggio piú lungo, prima di essere liquidata come un episodio. Anche perchè, a mio modo di vedere, il rischio elezioni resta elevato“. Su queste basi, conclude l’esperto, “attendere 6 settimane in piú, affidando la decisione al meeting del 26 luglio, mi sembrerebbe appropriato“.

Nel frattempo sul fronte politico, dopo la fiducia al Senato, per il Governo di Giuseppe Conte è arrivata quella alla Camera (350 voti favorevoli, 236 contrari e 35 astenuti). L’esecutivo è ora nel pieno delle sue funzioni. Nel weekend il premier parteciperá al G7 dei capi di Stato e di Governo in Canada, suo primo appuntamento internazionale. “Non è da escludere un primo Consiglio dei Ministri prima della partenza per il Canada“, affermano gli economisti di Intesa Sanpaolo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.