Bce: conferma fine QE, reinvestimenti anche dopo 1° rialzo tassi

La Bce si attende che i tassi di interesse di riferimento si mantengano su livelli pari a quelli attuali almeno fino all'estate del 2019

di , pubblicato il
La Bce si attende che i tassi di interesse di riferimento si mantengano su livelli pari a quelli attuali almeno fino all'estate del 2019

Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%.

Il Consiglio direttivo si attende poi che i tassi di interesse di riferimento della Bce si mantengano su livelli pari a quelli attuali almeno fino all’estate del 2019 e in ogni caso finchè sará necessario per assicurare che l’inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine. Quanto alle misure non convenzionali di politica monetaria, gli acquisti nell’ambito del Qe termineranno a dicembre. Allo stesso tempo il Consiglio direttivo sta rafforzando la sua forward guidance sui reinvestimenti.

Il Consiglio direttivo intende reinvestire, per intero, il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del QE per un prolungato periodo di tempo, dopo il primo rialzo dei tassi di interesse e in ogni caso finchè sará necessario per mantenere condizioni di liquiditá favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario. Il presidente della Bce, Mario Draghi, illustrerá i motivi di tali decisioni nella consueta conferenza stampa delle 14h30.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: