Bce acquisterà corporate bond da giugno

La BCE acquisterà corporate bond sia sul secondario che su primario nell'ambito del quantitative easing da 80 miliardi

di , pubblicato il
La BCE acquisterà corporate bond sia sul secondario che su primario nell'ambito del quantitative easing da 80 miliardi

La Bce acquisterà obbligazioni ‘corporate’ sia sul mercato primario sia sul secondario, nell’ambito degli 80 miliardi mensili del proprio programma di quantitative easing. Lo si legge in un comunicato pubblicato dalla banca centrale al termine della conferenza stampa post meeting di oggi del presidente Mario Draghi. “Gli acquisti saranno condotti sui mercati primario e secondario” informa la Bce che tuttavia sottolinea: “gli acquisti sul mercato primario non riguarderanno strumenti di debito emessi da soggetti che già sono qualificati come appartenenti al settore pubblico”. Gli acquisti, prosegue il comunicato, verranno effettuati da sei banche centrali nazionali, coordinate da Francoforte, tra cui Banca d’Italia; oltre ad essa le banche centrali di Belgio, Germania, Spagna, Francia e Finlandia, ognuna delle quali si sarà responsabile degli acquisiti relativi agli emittenti di una determinata parte della zona euro.   Partiranno a giugno gli acquisti di obbligazioni societarie da parte della Bce, secondo quanto dichiarato dal presidente dell’istituto centrale Mario Draghi nella conferenza stampa seguita alla riunione di politica monetaria. Gli acquisti di corporate bond comprenderanno anche i titoli delle assicurazioni e delle società non bancarie che controllano banche, ha spiegato Draghi. Gli acquisti riguarderanno obbligazioni con scadenze fino a 30 anni e andranno a concorrere all’importo mensile di 80 miliardi di euro del programma. La Bce non potrà acquistare più del 70% di una singola emissione.

Argomenti: