Bankitalia: causa spread costo nuovi bond salito a 3,5%, record da 4 anni

Negli ultimi due trimestri si sono dimezzati, a 1,4 miliardi, i collocamenti dei nuovi emittenti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Negli ultimi due trimestri si sono dimezzati, a 1,4 miliardi, i collocamenti dei nuovi emittenti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente

Il peggioramento delle condizioni sui mercati si è tradotto in un aumento del costo delle nuove emissioni obbligazionarie e nei ridotti collocamenti di imprese che hanno fatto ricorso per la prima volta a questi finanziamenti.

Lo sottolinea Bankitalia nel rapporto sulla stabilità finanziaria spiegando che il rendimento medio delle obbligazioni a tasso fisso emesse nel terzo trimestre è salito al 3,5% per cento dall’1,8 nei primi tre mesi dell’anno, il livello più alto dal 2014.

Negli ultimi due trimestri si sono dimezzati, a 1,4 miliardi, i collocamenti dei nuovi emittenti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche i corsi azionari hanno risentito delle recenti tensioni; dall’autunno il calo delle quotazioni è stato marcato nel settore industriale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp