Bank of England, il primo vero rialzo dopo 11 anni

Commento sulla decisione di ieri della Bank of England, a cura di Charlie Hepworth, Direttore delle strategie di investimenti Multi Asset di GAM Investments

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Commento sulla decisione di ieri della Bank of England, a cura di Charlie Hepworth, Direttore delle strategie di investimenti Multi Asset di GAM Investments

Se non prendiamo in considerazione il rialzo dei tassi dello scorso settembre, che ha annullato il taglio implementato a seguito del referendum sulla Brexit, quello di ieri è stato il primo vero e proprio rialzo della Bank of England dall’aprile del 2007. Ci chiediamo se siamo alla fine di un’era di tassi a zero durata 11 anni. I mercati stavano prezzando la probabilità di un rialzo da parte della BoE di 25 punti base al 92% in vista del meeting di oggi, una previsione che si è rivelata corretta visto il voto unanime (9-0) a favore dell’incremento.

Visto il persistere dell’incertezza legata alla Brexit potrebbe essere stata una mossa dall’impatto immediato. La crescita dell’economia non appare sicuramente sopra la media, quindi è possibile che i membri abbiano intravisto l’ultima occasione per fare un passo avanti prima di raggiungere l’ultima fase della Brexit. In ogni caso la risposta della Bank of England potrebbe essere vista in una luce differente tra qualche mese, nel caso in cui ci si dovesse avvicinare alla Brexit nonostante gli avvertimenti che ulteriori rialzi sarebbero necessari. Attualmente i mercati non sono pienamente convinti di questo posizionamento più da “falchi”, dato che in quel caso la sterlina sarebbe in crescita – ed evidentemente non è così.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia