Banco Popolare vara aumento di capitale da 1 miliardo, bond in rialzo

Ci sono anche obbligazioni convertibili, oltre ad azioni scontate, da offrire in premio ai soci. Rendimenti dei bond in discesa

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Ci sono anche obbligazioni convertibili, oltre ad azioni scontate, da offrire in premio ai soci. Rendimenti dei bond in discesa

Il Cda del Banco Popolare ha approvato un’operazione patrimoniale da 1 miliardo di euro da sottoporre all’assemblea straordinaria dei soci convocata per il 6 e 7 maggio rispettivamente in prima e seconda convocazione. L’operazione – informa una nota – consiste in un aumento a pagamento e in via scindibile del capitale sociale, per un importo massimo complessivo di 1 miliardo di euro comprensivo di eventuale sovrapprezzo. La delega dovrà essere esercitata entro il periodo di 18 mesi dalla data della deliberazione assembleare mediante emissione di azioni ordinarie e/o di obbligazioni convertibili (con facoltà di conversione anche anticipata ad iniziativa del Cda della Società) e/o convertende in azioni ordinarie della Società aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione e con conseguente aumento di capitale a servizio della conversione da offrire, a scelta del board, in tutto o in parte, in opzione agli aventi diritto e/o con esclusione del diritto di opzione, con facoltà del Cda di collocare le azioni presso investitori qualificati.  

Banco Popolare rafforza il patrimonio in vista della fusione con BPM

  L’operazione si iscrive, in via prioritaria, nel contesto della prospettata aggregazione del Banco Popolare con la B.P.Milano. Assumendo l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale per l’intero ammontare, il Banco esprimerebbe un CET1 ratio del 14,9% o Total capital ratio pari a circa il 18,3%. L’avvio dell’aumento di capitale è previsto a breve, anche entro il primo semestre 2016. La banca ha gia’ sottoscritto con Mediobanca, e Bofa Merrill Lynch un pre-underwriting agreement in base al quale , in qualità di unici Global Coordinators e Bookrunners, si sono impegnate a garantire l’eventuale inoptato. Sul fronte obbligazionario, i rendimenti si sono notevolmente assottigliati rispetto a due mesi fa. Il bond Banco Popolare 2,75% con scadenza 2020 (XS1266866927) è tornato sopra la parità e sul MOT prezza 100,20 (era a 94 a metà gennaio), mentre l’obbligazione subordinata a tasso variabile con scadenza 2022 (IT0005120313), collocata otto mesi fa, prezza 102,50 (era a 98 due mesi fa) per un rendimento del 4,28%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Banco Popolare, Obbligazioni subordinate

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.