Banco Popolare, i bond subordinati rendono il 4,50%

Banco Popolare approva aumento di capitale da 1 miliardo per fusione con Bpm. Nasce il terzo gruppo bancario italiano

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Banco Popolare approva aumento di capitale da 1 miliardo per fusione con Bpm. Nasce il terzo gruppo bancario italiano

L’aumento di capitale da 1 miliardo di euro farà bene anche ai bond subordinati del Banco Popolare. Come noto, sta per nascere il terzo gruppo bancario italiano dalla fusione (più per interesse che per amore) di Banco Popolare e Banca Popolare di Milano per la quale la prima ha varato un aumento di capitale da 1 miliardo di euro a sostegno dell’operazione. “La fusione con Bpm è un’occasione unica non di difesa o sopravvivenza, ma di sviluppo e crescita” – ha dichiarato il presidente del Banco Popolare, Carlo Fratta Pasini, all’assemblea dei soci. Le banche d’affari – ha aggiunto Fratta Pasini – hanno capito il nostro aumento di capitale: anche i soci sapranno distinguerlo dagli altri sul mercato. L’amministratore delegato Pier Francesco Saviotti ha sottolineato l’importanza di questo passo: “Banco Popolare e Bpm – ha detto Saviotti – non sono la coppia dell’anno ma del decennio. E’ la più importante operazione di integrazione dopo la fusione Intesa San Paolo”. Il nuovo gruppo avrà 4 milioni di clienti e potrà contare su 2.500 filiali, con un attivo complessivo di 171 miliardi di euro, una raccolta diretta di 120 miliardi.  

Obbligazioni Banco Popolare rendono il 4,50%

  Ma se questi sono i buoni propositi degli amministratori, il giudizio del mercato è stato implacabile: in borsa le azioni del Banco Popolare sono precipitate a 5 euro. Più contenute le perdite dei bond subordinati che, viceversa, dovrebbero trarre beneficio dalla ricapitalizzazione del Banco Popolare e dalla fusione con Bpm. Le obbligazioni LT2 Banco Popolare 5,50% 2020 (codice ISIN IT0004966823), quotate sul circuito MOT di Borsa Italiana, sono scese da 104 a 102,20 offrendo un rendimento a scadenza del 4,50% circa. Quasi stesso rendimento per il bond subordinato Banco Popolare 6% 2020 (codice ISIN XS0555834984) sempre negoziabile sul MOT per tagli minimi da 50.000 euro che al prezzo di 106 offrono uno yield del 4,35%. Appetibili, infine, anche le obbligazioni subordinate a tasso variabile Banco Popolare 2022 (codice ISIN IT0005120313) con taglio minimo negoziabile di 1.000 euro, quotate lo scorso anno sul MOT, e che a scadenza offrono un rendimento prossimo al 4% al prezzo di 101,30.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banco Popolare, Obbligazioni subordinate

I commenti sono chiusi.