Banche: covered bond per le piccole

La Banca d'Italia ha autorizzato anche le banche con fondi inferiori ai 250 milioni ad emettere bond garantiti

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La Banca d'Italia ha autorizzato anche le banche con fondi inferiori ai 250 milioni ad emettere bond garantiti

La Banca d’Italia ha pubblicato nuove disposizioni che consentono emissioni di covered bond (Obbligazioni Bancarie Garantite o Obg) anche «alle banche emittenti e/o cedenti le attività alla società cessionaria che detengono fondi propri inferiori alla soglia di 250 milioni di euro».

L’avvio del programma di emissione, si legge su MF, è soggetto a una preventiva valutazione, caso per caso, condotta dalla Banca d’Italia in base ai criteri definiti nelle nuove norme. Se non risultano rispettate le condizioni minime per l’emissione di Obg, la Banca d’Italia può inibire o sottoporre a condizioni l’avvio del programma. Per le banche che detengono fondi propri almeno pari a 250 milioni di euro, rimangono ferme le attuali previsioni, che consentono di avviare emissioni di Obg senza una comunicazione preventiva alla Banca d’Italia.

Le disposizioni sono state varate dopo una consultazione con gli operatori di mercato. Nella circostanza l’Abi ha espresso «apprezzamento per la proposta della Banca d’Italia per consentire anche alle banche che detengono fondi propri inferiori alla soglia di 250 milioni di euro di poter emettere obbligazioni bancarie garantite, anticipando le disposizioni contenute nella proposta di direttiva della Commissione Europea in materia di covered bond».

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti