Banca Carige flette in Borsa nel giorno del Cda; focus su bond subordinato

Banca Carige pronta a deliberare emissione bond subordinato per circa 200 milioni e a valutare cessione crediti deteriorati

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Banca Carige pronta a deliberare emissione bond subordinato per circa 200 milioni e a valutare cessione crediti deteriorati

Banca Carige flette in Borsa del 2% a 0,0049 euro in un contesto negativo per le banche italiane (ad eccezione di Intesa Sanpaolo) nel giorno in cui il Cda si riunirà per esaminare alcune partite calde.

Il tema principale sul tavolo del Board è quello della liquidità: gli amministratori dovrebbero infatti discutere dell’emissione del prestito obbligazionario e in particolare dovrebbero definirne l’ammontare e le caratteristiche tecniche. La scelta dovrebbe ricadere sull’emissione di un’obbligazione subordinata, quindi un bond Tier 2, che sarebbe preferito a altri tipi di emissioni assistite da strumenti cosiddetti “quasi equity”, ovverosia che contengano degli elementi che possano prevedere una futura conversione in azioni. La scelta di un bond subordinato, spiega una fonte, avrebbe il pregio di equilibrare le fonti di passivo della banca mentre uno strumento quasi equity dovrebbe essere spiegato al mercato, cui il precedente management aveva assicurato che con l’ultimo aumento sarebbero state soddisfatte tutte le esigenze di capitale dell’istituto di credito, al netto delle esigenze di capitale che si paleseranno ad esito della cessione future di Utp o Npl.

Dovrebbe poi essere affrontato anche il tema degli Utp, i crediti unlikely to pay in attesa di essere ceduti a Bain Capital nell’ambito della trattativa in esclusiva annunciata lo scorso 7 agosto, volta alla cessione di un portafoglio fino a 400 milioni di euro di gross book value che consentirà di portare l’ammontare di Npe al di sotto dell’obiettivo di 4,6 miliardi stabilito da Bce per fine 2018. Serve più tempo, invece, per la nomina dell’advisor che assisterà la banca nella scelta del partner; questo tema quasi certamente non sarà liquidato nel Cda odierno che rimane a tutti gli effetti una riunione interlocutoria.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca Carige