Banca Popolare di Vicenza lancia bond high yield 11%

In piena bufera giudiziaria, Bpvi sfida il mercato con una nuova emissione da 200 milioni ad alto rendimento

di , pubblicato il
In piena bufera giudiziaria, Bpvi sfida il mercato con una nuova emissione da 200 milioni ad alto rendimento

Banca Popolare di Vicenza lancia un nuovo bond. Nonostante la bufera giudiziaria in corso che ha portato i vertici dell’istituto di credito vicentino sotto inchiesta per ipotesi aggiotaggio e ostacolo alle autorità di vigilanza, il sistema bancario italiano fa quadrato intorno a Bpvi.  Così Banca Popolare di Vicenza ha dato mandato a Bnp Paribas e Unicredit per gestire l’emissione di un bond subordinato di tipo Tier2, a 10 anni in euro, callable dopo il quinto anno. Lo riferisce il servizio Reuters, aggiungendo che l’operazione avrà luogo oggi. Il rating atteso dell’emissione è BB- per Fitch. Secondo fonti vicine all’operazione, l’emissione dovrebbe avere un importo minimo di 200 milioni di euro, e una prima indicazione di rendimento al 11%. Un tasso decisamente fuori misura che però tiene in giusta considerazione il maggior rischio su questa categoria di bond. In base alla nuova normativa sul bail-in, in vigore dal prossimo primo gennaio, chi acquistasse le obbligazioni lanciate oggi potrebbe essere chiamato a subire perdite per garantire la ricapitalizzazione dell’istituto.   Popolare di Vicenza ha perso più di 1 miliardo nel primo semestre   La banca veneta ha subito nel primo semestre dell’anno una perdita di oltre un miliardo di euro, che rende necessario un aumento di capitale fino a un miliardo e mezzo e c’è necessità di ricapitalizzare l’istituto poiché Bpvi è molto sottocapitalizzata. Non solo. Il lancio del bond subordinato high yield in fretta e furia – sostengono gli analisti di Societé Générale – lascia intendere che il trimestre in corso potrebbe riservare altre spiacevoli sorprese e che la quotazione in borsa potrebbe anche saltare se non verranno ripristinati i requisiti patrimoniali minimi stabiliti dalla BCE. Il fatto, però, che Unciredit e BNP Paribas si siano offerti quali bookrunners per l’operazione potrebbe preludere a uno spezzatino della Popolare Vicenza con incorporazione delle attività più redditizie nei due gruppi bancari qualora l’inchiesta giudiziaria portasse a galla altri ammanchi di bilancio e l’aumento di capitale fosse rinviato.   Caratteristiche del nuovo bond Banca popolare di Vicenza XS1300456420

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , ,