'Banca Mps: nuovo piano industriale entro la fine di febbraio-

Banca Mps: nuovo piano industriale entro la fine di febbraio

Il Tesoro chiederà alla Bce di modificare la cifra di fabbisogno per Banca Mps dopo l’approvazione del piano industriale. Il Tesoro si oppone alla Bce

di , pubblicato il
Il Tesoro chiederà alla Bce di modificare la cifra di fabbisogno per Banca Mps dopo l’approvazione del piano industriale. Il Tesoro si oppone alla Bce

Si chiarisce il percorso che porterà Banca Mps nell’orbita delle partecipazioni statali. Il nuovo piano di ristrutturazione della banca senese dovrà essere presentato entro due mesi all’Unione Europea, cioè per la fine di febbraio. Restano intanto ancora sospesi bond e azioni di Banca Mps da parte di Borsa Italiana.

La prima scadenza importante – si legge su MF – è però il 31 dicembre. Entro quella data dovranno arrivare il via libera di Bankitalia e poi del Tesoro alla richiesta di Mps di accedere alla garanzia dello Stato su bond da emettere a breve per garantirsi liquidità. Il confronto con la Commissione europea sarà successivo e Bruxelles dovrà valutare la compatibilità del nuovo piano con le norme in tema di aiuti di Stato.

I dubbi della Germania sul salvataggio di Mps

Ieri intanto il ministero delle Finanze tedesco guidato da Wolfgang Schäuble ha espresso i propri timori circa il piano di salvataggio di Mps , sottolineando che Roma deve attenersi alle regole europee (bail in). “La Bce e la Commissione europea devono controllare e assicurarsi che le autorità italiane si attengano alle regole europee”, ha affermato all’agenzia Reuters il portavoce del ministero delle Finanze tedesco.

Banca Mps: Padoan, opacità Bce su criteri per fabbisogno

La richiesta di 8,8 miliardi per l’aumento di capitale di Monte dei Paschi è una decisione votata dal board della vigilanza della Bce, e come tale non è contestabile perché la vigilanza è un’autorità indipendente. Detto questo, sarebbe stato utile, non dico gentile, avere dalla Bce qualche informazione in più sui criteri con i quali si è arrivati a questa valutazione”. Lo ha detto il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, al Forum del Sole 24 Ore, aggiungendo che “conoscere i criteri della valutazione della vigilanza è utile perché può dare indicazioni anche per gli altri istituti e per le altre Autorità. La spiegazione consentirebbe anche alle altre banche di capire il modo giusto di porsi quando si rivolgono alla Bce per un aumento di capitale, per fusioni e acquisizioni o in occasione di qualunque altra operazione che richiede la sua approvazione. Per questo oltre alla lettera, di cinque righe e tre numeri, sarebbe stata utile qualche spiegazione, perché la mancanza di informazione si traduce in opacità e le cose opache inducono a interpretazioni quasi sempre sbagliate“.

Aumento capitale Banca Mps entro 2-3 mesi

Alla domanda se sull’aumento di capitale richiesto per Mps, il Tesoro in qualita’ di azionista invierà una lettera alla Bce per modificarne la cifra, Padoan ha risposto che “per ottenere la ricapitalizzazione precauzionale, la banca deve presentare un nuovo piano industriale alla Bce. Un piano da discutere passo dopo passo, anche sulla base delle informazioni integrative che contiamo di avere da queste Autorità. Questo processo porterà poi all’effettivo aumento di capitale in un arco di tempo che io immagino possa essere di due o tre mesi. Nel quadro delle soluzioni proposte dalla banca con il business plan, per esempio sulle modalità di gestione dei crediti in sofferenza, l’interlocuzione con le Autorità ci permetterà di capire l’aumento di capitale considerato effettivamente necessario“, ha concluso.

Argomenti: