Banca Mps, 5 miliardi non bastano più, adesso ce ne vogliono 8,8

Bond e azioni resteranno sospesi a lungo, in attesa della ricapitalizzazione precauzionale. Nessun rischio per gli obbligazionisti senior

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Bond e azioni resteranno sospesi a lungo, in attesa della ricapitalizzazione precauzionale. Nessun rischio per gli obbligazionisti senior

Su Banca Mps è calato il sipario. In perfetto stile italiano, in pieno periodo festivo quando la gente pensa alle vacanze e a scartare i regali di Natale, è arrivata la doccia fredda: a Siena servono 8,8 miliardi di euro per reggere gli urti di una crisi finanziaria violenta (stress test).

Cose che con molta probabilità erano note già dallo scorso mese di luglio quando la Vigilanza europea aveva messo in guardia Mps e che il governo Renzi ha tenuto volutamente celato per non allarmare l’elettorato in vista del referendum. Lo sapevano soprattutto gli investitori istituzionali e gli advisors, da Mediobanca a Jp Morgan, che non erano riusciti a trovare investitori disponibili a gettare capitali freschi nella voragine Mps. Così come la balla del fondo del Qatar messa in piedi ad arte da Renzi e dai media di partito (in cambio della finale di Supercoppa italiana a Doha?).

Per la Bce servono più soldi per mettere in sicurezza Mps

Ma torniamo ai fatti. La Bce ha cambiato la metodologia per calcolare il fabbisogno patrimoniale del Montepaschi ed è emersa una richiesta aggiuntiva di 3,8 miliardi rispetto a quanto previsto fino a ieri. Così Francoforte ha inviato al consiglio di amministrazione dell’istituto senese una lettera in cui il deficit di capitale viene calcolato in 8,8 miliardi. Una cifra molto lontana rispetto all’importo dell’aumento di capitale da poco abortito, 5 miliardi.

Fabbisogno di capitale fino a 8,8 miliardi per Mps

Al momento comunque non si parla ancora di nuova ricapitalizzazione, ma semplicemente di “fabbisogno di capitale”, come spiega il comunicato dalla banca emesso in serata. Nel frattempo Jens Weidmann, governatore della Bundesbank, ha affermato che il salvataggio pubblico del Monte dei Paschi di Siena deve essere valutato con grande attenzione, poichè molte questioni restano ancora aperte. “Per le misure previste dal Governo italiano la banca deve essere finanziariamente sana nel suo fulcro. Il denaro non può essere usato per coprire perdite giá prevedibili”, ha detto il falco della Bce. “Abbiamo stabilito nuove regole di base. Queste sono mirate essenzialmente alla protezione dei contribuenti e a indurre gli investitori a comportamenti responsabili. Il denaro pubblico deve essere considerato come l’ultima risorsa, per questo l’asticella è posta molto in alto”. Weidmann ha aggiunto che se, nonostante tutto, dovesse affluire denaro pubblico per il bailout, “questo dovrá essere rifinanziato, data la grande mole del debito pubblico italiano”.

I bond senior Mps non verranno toccati

Tutto questo cosa significa? Innanzitutto è bene precisare che si sta andando verso una soluzione di burden sharing sulla scorta di quanto avvenuto con le banche greche. Come stabilito dal decreto varato dal governo il 23 dicembre scorso in osservanza alle disposizioni della BRRD, i bond subordinati verranno convertiti in azioni Mps (75% del valore nominale, nel caso di titoli subordinati di classe 1 e pari al 100% del valore nominale, nel caso di titoli subordinati di classe 2). I bond senior, benché sospesi dalle contrattazioni insieme ad azioni e bond subordinati, non verranno toccati.

Titoli sospesi ancora per molto tempo

Più precisamente, lo swap tra equity e bond senior per i detentori di subordinati upper Tier2 2018 retail riguardera’ tutti gli obbligazionisti (anche coloro che hanno acquistato successivamente) con l`esclusione di quelli acquistati da controparti qualificate o clienti professionali – osservano gli analisti di Equita -. La complessita’ delle operazioni e del processo (nuovo piano industriale, ok della Bce) implicano che bond e azioni rimarranno sospesi dalle quotazioni per alcune settimane, almeno fino a marzo – secondo alcune fonti di stampa -; in base a calcoli preliminari, inserendo un aumento da 8,8 miliardi, secondo Equita le nuove azioni saranno emesse a un prezzo di 17,4 euro e il numero di azioni della banca salira’ da 29 milioni a 527 milioni”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca MPS, Obbligazioni subordinate

I commenti sono chiusi.