Banca Mondiale lancia bond in leu rumeni. In sottoscrizione sul Mot

Le obbligazioni in Leu rumeni (XS1767082800) offrono un tasso d’interesse del 3% per cinque anni. Caratteristiche

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni in Leu rumeni (XS1767082800) offrono un tasso d’interesse del 3% per cinque anni. Caratteristiche

La Banca Mondiale (Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo, BIRS, rating Aaa/AAA) ha emesso una nuova obbligazione per lo sviluppo sostenibile a tasso fisso, della durata di cinque anni, denominata in Leu rumeni (RON). I proventi, spiega una nota, verranno utilizzati per sostenere attività di sviluppo in linea con gli obiettivi della World Bank, diretti a eliminare la povertà e promuovere una prosperità condivisa in Romania.

L’emissione fa parte della strategia della Banca Mondiale per aumentare la presenza nei mercati dell’Est Europa dei capitali italiani: dal 2015 è stato raccolto l’equivalente di oltre 555 milioni di dollari da investitori in Italia attraverso una serie di bond di questo tipo legati a indici azionari e a obbligazioni di paesi emergenti o in via di sviluppo emesse in una gamma di valute del mercato locale.

 

Obbligazioni World Bank 3% 2023 in leu rumeni 

 

La nuova carta (codice Isin XS1767082800) sarà quotata sull’EuroMot di Borsa Italiana, dove è negoziabile su base continuativa grazie alla liquidità fornita dal market maker Bnp Paribas. La soglia minima di investimento è di 2.000 RON. I bond corrispondono una cedola lorda annua del 3% pagabile in euro e la scadenza è prevista in unica soluzione il 26 febbraio 2023. Il periodo di sottoscrizione scade il 16 febbraio, salvo proroga e la data di godimento sarà il 26 febbraio 1018. La Banca Mondiale offrirà fino a 20 milioni di obbligazioni con taglio minimo di sottoscrizione pari a 5.000 RON che equivale a circa 1.075 euro al prezzo di 100. Il bond è soggetto a regime fiscale del 12,50%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni sovranazionali