Banca Farmafactoring: emette bond senior da 200 milioni

Le obbligazioni a tasso variabile Banca Farmafactoring (XS1731881964) offrono una cedola trimestrale con spread del 1,45% per tre anni.

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni a tasso variabile Banca Farmafactoring (XS1731881964) offrono una cedola trimestrale con spread del 1,45% per tre anni.

Banca Farmafactoring ha emesso un nuovo bond senior, non assistito da garanzie e privo di rating, per un importo nominale complessivo di 200 milioni di euro. L’emissione, ricorda una nota, prevede la scadenza nel giugno del 2020 è riservata a investitori istituzionali, è avvenuta alla pari e rappresenta un ulteriore passo del gruppo verso la diversificazione delle forme di finanziamento.

Il valore nominale delle nuove obbligazioni è di 100.000 euro e multipli di mille euro successivi. I bond di Banca Farmafactoring (Isin XS1731881964) daranno diritto a incassare una cedola variabile calcolata sulla base dell’Euribor a tre mesi oltre a uno spread dell’1,45%, pagabile trimestralmente. Rappresenta inoltre la prima operazione unrated floater emessa da una banca sul mercato europeo. Il regolamento è previsto il prossimo 5 dicembre. Nell’operazione, Banca Imi e Morgan Stanley hanno agito come joint lead manager, mentre Banca Akros è stata co-lead. Inoltre, White & Case ha affiancato la società come avisor legale, mentre Clifford Chance ha assistito B.Imi, Morgan Stanley e Banca Akros.

Vedi anche: bond Banca Farmafactoring 2% 2020

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti