Banca Carige: possibile centrare target patrimoniale 2018 anche senza bond

I requisiti patrimoniali di Banca Carige potranno essere rispettati anche senza il ricorso all'emissione di bond subordinati

di Mirco Galbusera, pubblicato il
I requisiti patrimoniali di Banca Carige potranno essere rispettati anche senza il ricorso all'emissione di bond subordinati

Banca Carige è “convinta di riuscire a raggiungere i target” patrimoniali previsti per l’esercizio in corso “anche nel caso in cui non dovessimo riuscire a emettere entro fine anno il bond subordinato per un controvalore fino a 500 milioni di euro”, che costituisce una delle pietre angolari del piano di rilancio della banca.

E’ quanto ha spiegato l’a.d. Paolo Fiorentino nel corso di una conference call di commento ai risultati riportati dall’istituto ligure nella prima metà dell’anno. “Sappiamo bene che esiste un tema legato al non aver ancora effettuato l’emissione del subordinato“, ha riconosciuto il banchiere, aggiungendo tuttavia che grazie alle azioni in atto “abbiamo calcolato che dovremmo arrivare forse a qualche punto base al di sotto” rispetto alle richieste della Bce. “Una differenza di soli 20 milioni di capitale di secondo livello“.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca Carige

I commenti sono chiusi.