Banca Carige: Malacalza verso il sì al bond

La famiglia Malacalza potrebbe sottoscrivere parte del bond subordinato che Carige ha emesso nell'ambito del piano di salvataggio

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La famiglia Malacalza potrebbe sottoscrivere parte del bond subordinato che Carige ha emesso nell'ambito del piano di salvataggio

La famiglia Malacalza potrebbe sottoscrivere parte del bond subordinato che la scorsa settimana Carige ha emesso nell’ambito del piano di salvataggio. Se venerdì lo Schema Volontario del fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd) ha comprato la tranche maggiore da 370 milioni, il collocamento in private placement dei restanti 80 milioni tra gli azionisti privati della cassa è partito ieri.

Al momento, scrive MF, ancora nessuno è formalmente uscito allo scoperto ma, secondo quanto risulta, la famiglia Malacalza (oggi azionista al 28%) sarebbe propensa a sottoscrivere. Del resto, per un socio che volesse evitare di diluirsi, comprare il bond e poi convertirlo in capitale sarebbe un’operazione più conveniente rispetto all’adesione all’aumento di capitale atteso per la prossima primavera. Gli investitori potrebbero infatti incassare la cedola generosa (13%) concessa da Carige. Se la Malacalza Investimenti sembra insomma intenzionata ad acquistare, Raffaele Mincione (oggi attestato al 5,4%) non avrebbe ancora preso una decisione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca Carige