Banca Carige: il 29/11 Cda per ok a rafforzamento patrimoniale

In cantiere aumento di capitale fino a 400 milioni e lancio bond subordinato tramite private placement

di Mirco Galbusera, pubblicato il
In cantiere aumento di capitale fino a 400 milioni e lancio bond subordinato tramite private placement

E’ previsto per il 29 novembre il Cda di Banca Carige che sarà chiamato ad approvare il rafforzamento patrimoniale dell’istituto. Tale rafforzamento prevede l’emissione di un bond e un connesso aumento di capitale da 400 milioni di euro.

Sul subordinato dovrebbe contribuire lo schema volontario del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi fino a 320 milioni di euro (l’assemblea del Fondo si terrà il 30 novembre e solo in quella sede si avrà l’ufficialità dell’apporto finanziario). Il tasso dovrebbe essere in linea con quelli di mercato. Nel Board di due giorni fa la banca ha convocato l’assemblea dei soci per il prossimo 22 dicembre per deliberare sull’aumento. L’assise dovrà inoltre votare la proposta di raggruppamento delle azioni ordinarie e risparmio esistenti nel rapporto di 1 ordinaria ogni 1.000 ordinarie possedute e di 1 risparmio ogni 1.000 risparmio possedute.

Inoltre all’ordine del giorno ci sarà la conversione facoltativa delle azioni risparmio in ordinarie nel rapporto di 20500 azioni ordinarie per ogni azione risparmio posseduta. Il concambio corrisponde a un premio del 4,2% rispetto al concambio segnato alla chiusura della borsa di ieri e del 32,8% rispetto al concambio medio a 1 mese. La procedura di conversione verrà avviata, se approvata dai soci, anteriormente all’esecuzione del raggruppamento dei titoli che sarà anch’esso oggetto di proposta in assemblea.

L’aumento di capitale dovrebbe essere lanciato in primavera. L’a.d. Fabio Innocenzi si è detto fiducioso sull’apporto dei grandi soci della banca che tuttavia non si sono ancora esposti ufficialmente sulle operazioni previste.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca Carige