Banca Carige: da Regulators mai espresso possibilita’ fallimento

In aumento i rendimenti dei bond Carige dopo bocciatura agenzia di rating. Nonostante le difficoltà, la banca esclude la via del fallimento

di Mirco Galbusera, pubblicato il
In aumento i rendimenti dei bond Carige dopo bocciatura agenzia di rating. Nonostante le difficoltà, la banca esclude la via del fallimento

Banca Carige, nel prendere atto del downgrade di Fitch (da B a CCC+), ritiene doveroso precisare che nelle interlocuzioni con i Regulators non è mai stato espresso alcun riferimento a una eventuale possibilità di fallimento.

E’ quanto comunica l’istituto di credito ligure in una nota in cui si precisa che il Cet1, indice che misura la solvibilità della Banca, è in linea con i requisiti previsti dalla Vigilanza. Secondo il management l’agenzia di rating non ha tenuto conto dei progressi realizzati dopo l’assemblea degli azionisti in tema di governance e di sostegno finanziario degli azionisti. Si riserva quindi valutazioni sull’operato di Fitch.

Carige in arrivo bond subordinato con cedola 10%?

Infine ieri si e’ tenuto il programmato incontro con la Bce, che è stato “costruttivo in ottica di percorso per il rispetto dei requisiti sull’Overall Capital Requirement 2018” e si sono analizzate le prospettive future anche in vista della valutazione di possibili alleanze.

Sul fronte obbligazionario, i bond senior 5% 2017-2022 (Isin XS1734886887) trattano in area 93-95 per un rendimento a scadenza che supera il 6,5%, mentre i bond a tasso variabile 4% con scadenza maggio 2019 (Isin IT0001330411) scambiano poco sotto la pari e rendono il 4,6%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca Carige