Carige: banche positive su conversione bond

L’operazione di scambio volontaria fra vecchi bond subordinati Banca Carige con nuovi titoli senior è ben vista dagli investitori. Adesioni entro il 18 ottobre

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’operazione di scambio volontaria fra vecchi bond subordinati Banca Carige con nuovi titoli senior è ben vista dagli investitori. Adesioni entro il 18 ottobre

C’è cauto ottimismo sul piano di rafforzamento patrimoniale di Banca Carige, in particolare sull’esito dell’offerta di conversione sui bond subordinati.

 

Sul mercato registriamo un clima costruttiva e riteniamo che l’operazione abbia buone chance di andare a buon fine“, spiega una fonte vicina al consorzio che nei mesi scorsi ha sottoscritto un contratto di pre-garanzia con l’istituto genovese guidato da Paolo Fiorentino. L’offerta è partita lunedì scorso e si concluderà soltanto mercoledì 18 ottobre. Solo a quel punto Credit Suisse, Deutsche Bank e con ogni probabilità un terzo istituto italiano (si fa il nome di Mediobanca ) decideranno se sottoscrivere un underwriting agreement con Carige . Al momento, però, l’andamento dell’operazione di conversione dei bond subordinati Carige (che coinvolge un valore nominale aggregato di 510 milioni) lascia intendere che si stia andando in questa direzione. Martedì 10, intanto, i vertici della banca faranno il punto sul processo di rafforzamento patrimoniale e sull’iter delle cessioni (immobiliari e non solo messe) programmate dal vertice.

 

Banca Carige: operazione concambio bond subordinati Lt 2

 

 

L’ operazione di Lme proposta da Banca Carige è più vantaggiosa per i portatori di obbligazioni Tier 2 rispetto a coloro che hanno obbligazioni Tier 1. Anzi, secondo i calcoli effettuati da una casa d’affari, aderire all’operazione di Liability Management, per i possessori di titoli Tier 2 potrebbe essere anche conveniente, al contrario della vulgata che ha accompagnato l’operazione di conversione dei titoli, che voleva si trattasse di un’operazione penalizzante per tutti gli obbligazionisti. L’operazione sui bond subordinati dura dal 2 al 18 ottobre. Chi aderirà entro l’11 ottobre avrà 30 cents per i bond Tier 1 e 70 per i Bond Tier 2. Chi si prenderà più tempo per decidere e aderirà entro il termine ultimo del 18 ottobre, si vedrà riconoscere una cifra inferiore e pari 25 centesimi per il Tier 1 e 65 per il Tier 2. I portatori dei titoli Tier 2 si vedranno riconosciuto anche il rateo interessi da ultimo stacco cedola.

 

Il nuovo bond senior Banca Carige 5% 2022

 

Equita Sim ipotizza che il bond senior Banca Carige di durata quinquennale e cedola del 5% che sarà dato in cambio dei bond Tier 1 e Tier 2 abbia un rendimento del 2,5%, una volta quotato. In base a questo presupposto i prezzi dello swap per chi consegna i titoli entro l’11 ottobre vanno aumentati dell’11,8%. La somma della maggiorazione per chi aderisce antro l’11 ottobre, sommata alla cedola che verrà staccata e al rendimento del titolo che verrà dato in concambio può rendere quindi anche attrattiva la prospettiva di conversione per coloro che hanno titolo Tier 2. Decisioni formali sull’offerta Lme di scambio dei bond subordinati di Banca Carige con titoli senior dell’istituto non ne sono ancora state prese, ma è difficile che i grandi investitori istituzionali facciano muro contro muro mettendo a rischio un’operazione che è vitale per la messa in sicurezza della banca e che ha giá registrato una prima apertura da parte di un bondholder.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca Carige

I commenti sono chiusi.