Azimut: Giuliani; spread non fa paura, Btp un affare

Secondo i gestori di fondi obbligazionari i Btp al 3,5% sono una grande occasione da sfruttare

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Secondo i gestori di fondi obbligazionari i Btp al 3,5% sono una grande occasione da sfruttare

“A noi i clienti non chiedono di portare i soldi all’estero per paura dello spread. Perchè glieli abbiamo già portati”. Lo dice ad Affari & Finanza di Repubblica Pietro Giuliani, fondatore e presidente di Azimut, aggiungendo che “io non faccio politica, sono un tecnico. E da tecnico dico che i Btp al 3,5% sono una grande occasione da sfruttare. Per anni gli italiani hanno investito in bond a tasso zero. Ora un rendimento c’è, sarebbe stupido non approfittarne”.

I clienti italiani, prosegue Giuliani, chiedono di portare i soldi all’estero “ma noi li tranquillizziamo e gli diciamo che i loro soldi sono già all’estero: i nostri fondi sono di diritto lussemburghese e anche nelle gestioni patrimoniali la banca depositaria possiamo trovarla ovunque. Abbiamo sedi dappertutto nel mondo, per esempio a Miami, a Dubai, a Singapore”.

“Io non faccio politica ma faccio una semplice constatazione – prosegue – Queste due persone che governano oggi, e che pur hanno due visioni ideologiche diverse, dicono di voler puntare sulla crescita. Se la loro politica ottiene alla fine quel che promette allora succederà qualcosa di buono. Se poi mancano tutti gli obiettivi, e basterà qualche mese per capirlo, gli italiani ne trarranno le inevitabili conseguenze”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp