Atlantia: bond e azioni a picco il borsa dopo il crollo del ponte a Genova

Le obbligazioni Atalntia sono scese ai minimi storici dopo il disastro di Genova. Autostrade per l'Italia dovrà sborsare un fiume di milioni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni Atalntia sono scese ai minimi storici dopo il disastro di Genova. Autostrade per l'Italia dovrà sborsare un fiume di milioni

Non solo le azioni, ma anche i bond Atlantia subiscono pesanti ricadute dopo l’incidente di Genova. Scivolano infatti ai minimi storici i bond di Atlantia, la società dei Benetton proprietaria di Autostrade per l’Italia. Dopo il disastro del Ponte Morandi e le minacce del governo di ritirare le concessioni, le obbligazioni con scadenza luglio 2027 cedono il 4,01% a 92,8 mentre il bond da 700 milioni con scadenza settembre 2029 scivola del 4,3% a 91,79.

Sulla holding che controlla Autostrade per l’Italia pesa ora la spada di Damocle dei costi per la messa in sicurezza del quartiere di Genova interessato dal disastro, oltre che possibili pesanti sanzioni e la ricostruzione del ponte danneggiato. Per non parlare delle vittime, i cui parenti daranno sicuramente battaglia in giudizio e gli enti locali, oltre allo Stato, potranno costituirsi parte civile a processo contro Autostrade per l’Italia. Su Atlantia pesa infine anche il mancato rifinanziamento di debiti per 2 miliardi per i quali la società aveva rinviato l’emissione di bond senior poco più di un mese fa per avverse condizioni di mercato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni Atlantia