Aste Tesoro, Ctz, Bot e Btp: al via 3 giorni di fuoco

Gli analisti prevedono un calo dei rendimenti nell'asta di Ctz in agenda oggi. Intanto sale lo spread Btp Bund

di , pubblicato il
Gli analisti prevedono un calo dei rendimenti nell'asta di Ctz in agenda oggi. Intanto sale lo spread Btp Bund

Dopo il consueto annullamento dell’asta in agenda a ridosso di Ferragosto, ha inizio oggi la consueta 3 giorni di aste del Tesoro che, alla luce della particolare situazione economica italiana e europea, assume un significato molto particolare. Venendo ai dettagli oggi saranno collocati Certificati di credito del Tesoro “zero coupon” CTZ scadenza 2014 per un minimo di 2 mld di euro e un massimo di 3 miliardi di euro. Il Tesoro procederà anche al collocamento di Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione dell’Area Euro scadenza 2016 (2,1%) e 2019 (2,35%) per complessivi 0,5-0,75 miliardi.

Molto più ricco il menu del collocamento di domani quando il Tesoro metterà a disposizione degli investitori Buoni ordinari del Tesoro semestrali (<bot a 6 mesi) per 9 miliardi di euro. Giovedì si chiuderà il trittico con l’emissione  di Certificati di Credito del Tesoro indicizzati al tasso Euribor a sei mesi (“CCTeu”)  scadenza 2017 per complessivi 0,5-1 mld di euro ma soprattutto con il collocamento di Btp 2017 per 1,75-2,5 miliardi e di Btp 2022 per 3-4 miliardi. 

 

Le previsioni degli analisti

Facendo due conti è possibile rendersi conto che nel giro di 3 giorni il Tesoro italiano procederà all’emissione di 20,25 mld di titoli di stato. Numeri importanti che fanno delle aste di fine agosto uno degli appuntamenti più importanti sul fronte del finanziamento del debito dello stato. Ma quali sono le prospettive di questa tre giorni di aste? Secondo Vincenzo Longo di IG Markets Italy, è molto plausibile che i collocamenti facciano registrare un calo dei rendimenti con una domanda che potrebbe trovare un valido sostegno nel roll over di portafoglio di venerdì. Ad ogni modo, ha concluso l’analista, è assolutamente importante che il trittico di aste porti a maggiore tranquillità sui mercati e quindi ad un abbassamento dello spread Btp Bund, in modo tale che si possa arrivare senza forti preoccupazioni alle più importanti aste di settembre e di ottobre.

 

La reazione dei mercati

I mercati intanto stanno mostrando di attendere con fiducia l’esito del primo appuntamento di questo trittico. A Piazza Affari infatti l’Ftse Mib si muove sostanzialmente attorno alla parità con alcuni titoli, come ad esempio Ubi Banca, che beneficano di notizie specifiche sul loro conto. Un certo movimento si nota invece sul fronte dei titoli di stato con lo spread Btp Bund (ieri praticamente immobile) che si è portato al di sopra dei 440 punti base. 

Argomenti: , ,