BTP

Aste bond: collocati Btp a 3, 7 e 30 anni per 7,5 miliardi di euro

Rendimenti in rialzo per i nuovi Btp 2020, 2024 e 2048 in asta a ottobre. Collocati titoli a varie scadenze, tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Rendimenti in rialzo per i nuovi Btp 2020, 2024 e 2048 in asta a ottobre. Collocati titoli a varie scadenze, tutti i dettagli

Tornano a salire i rendimenti dei Btp a media e lunga scadenza. Dopo  il collocamento di Bot a 12 mesi (6 miliardi di euro) con rendimenti che restano vicini al minimo storico, prosegue la tendenza degli investitori a comprare titoli di stato a breve/media scadenza vendendo quelli a lungo termine. Una divergenza che trova riscontro nella politica monetaria della Bce, la quale ha lasciato intendere che presto inizierà la riduzione del ritmo di acquisti di bond sul mercato secondario (quantitative easing). 

 

Italia: collocati BTP 2020, 2024 e 2048 per 7,488 miliardi

 

Nel dettaglio, il Tesoro ha collocato BTP con scadenza nell’ottobre 2020 (isin IT0005285041) per 4 miliardi di euro. Il rendimento si è attestato allo +0,15% in crescita di 10 punti base dall’asta di metà settembre e bid to cover pari a 1,61 Sono stati inoltre assegnati 2 miliardi di euro in BTP novembre 2024 (isin IT0005282527). Il rendimento medio si è attestato all’1,53% in crescita di 1 punto base dall’asta precedente. La domanda ha superato l’offerta di 1,73 volte. Infine sono stati collocati 1,488 miliardi di euro in BTP 2048 (isin IT0005273013) con rendimento lordo al 3,33% e bid to cover pari a 1,39 volte. L’emissione di titoli italiani a media e lunga scadenza ha avuto un risultato positivo. “E’ stato collocato l’intero importo, con domanda solida da parte degli investitori“, affermano gli analisti di Unicredit. Secondo gli esperti, “il Btp a sette anni ha avuto una buona richiesta, con rapporto di copertura pari a 1,73 e rendimento dell’1,53%. Molto soddisfacente anche l’asta a scadenza 2048, forse con un risultato migliore di quella a 7 anni“. Sono stati collocati infatti 1,49 miliardi di euro in Btp al 2041 al 3,33%.

 

Rendimenti in calo per i bond europei

 

In generale, nel frattempo, proseguono gli acquisti sui titoli di Stato dell’Eurozona e di conseguenza flettono i rendimenti. Quello del BTP decennale italiano segna un calo di 5 punti base e torna al 2,14% mentre quello del Bund tedesco segna una contrazione di un punto base allo 0,45 per cento. Lo spread BTP/Bund si pone dunque a 169 punti base. In calo anche il rendimento dell’Oat francese (-2 pb allo 0,72%) e quello del Bono spagnolo (-3 pb all’1,64%). In Spagna il governo di Rajoy ha dato tempo alla Catalgna fino al prossimo lunedì entro le dieci per chiarire se la Generalitat ha dichiarato l’indipendenza, nel qual caso con ogni probabilità scatterebbe l’articolo 155 della Costituzione che in sostanza costringerebbe a rientrare la regione nell’ambito dei proprio obblighi costituzionali (tramite una coercizione diretta del governo).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.