Astaldi: nasce il comitato degli obbligazionisti. Per aderire basta una mail

Per farsi rappresentare, gli obbligazionisti Astaldi dovranno mandare una mail a [email protected]

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Per farsi rappresentare, gli obbligazionisti Astaldi dovranno mandare una mail a bondholdersastaldi@gmail.com

Non perdono tempo gli obbligazionisti Astaldi rimasti incastrati nell’investimento dopo che la società ha fatto ricorso al concordato in bianco. Operazione propedeutica al concordato preventivo in continuità e che dovrebbe, previo raggiungimento di un accordo coi creditori, permettere ad Astaldi di tornare solvibile evitando il fallimento.

Così, come anticipato nei giorni scorsi, gli obbligazionisti retail si stanno organizzando in comitato per tutelare al meglio il loro investimento (i titoli hanno perso il 65% del valore nominale) in vista della proposta di rinegoziazione dei bond che sarà presentata da Astaldi nell’ambito del piano di ristrutturazione (e taglio) del debito. Coinvolti sono, in particolare i portatori delle obbligazioni  Astaldi 7,125% 2020 (Isin XS1000393899) e Astaldi convertibili 4,875% 2024 (Isin XS1634544248) per 890 milioni di euro complessivi e che rischiano di vedersi strozzati fra le banche, che sono i maggiori creditori, e la stessa società che vorrebbe coinvolgerli forzatamente nel piano di rafforzamento patrimoniale mediante scambio di parte dei bond con azioni di nuova emissione.

Comitato obbligazionisti Astaldi

Il neonato Comitato dei bondholders, che raduna al momento 365 investitori per oltre 104 milioni di euro nominali, è quindi pronto a fare le proprie mosse  per non farsi trovare impreparato al momento opportuno. A breve sarà dato mandato a uno studio legale specializzato, mentre – dice il rappresentante dei bondholders – “stiamo valutando con le associazioni dei consumatori la presentazione di un esposto alla Consob per verificare se vi sono state manipolazioni dei prezzi di mercato durante il periodo in cui Astaldi ha ritardato per ben due volte la presentazione della relazione finanziaria semestrale concedendo il fianco agli speculatori che hanno giocato al ribasso sui titoli scommettendo sul default della società”. Ma il passo più importante sarà la convocazione dell’Assemblea degli obbligazionisti da parte del rappresentante comune.

Comitato obbligazionisti Astaldi: [email protected]

Aderire al comitato è assolutamente gratuito – dice il rappresentante dei bondholders – e permette di rimanere aggiornati su ogni evento che riguarda gli obbligazionisti coinvolti nel processo di ristrutturazione. La forza del comitato, ovviamente, sarà data dal numero di obbligazioni rappresentate, oltre che dalla possibilità di sedersi al tavolo delle trattative con l’azienda e a fianco degli investitori istituzionali. Per aderire è sufficiente mandare una mail a questo indirizzo [email protected], dopodiché si verrà contattati per fornire i dati salienti per aderire al comitato. Finora gli aderenti sono 365 persone, ma il numero è in crescita ogni giorno. Curiosamente, da un primo censimento, risulta, che fra gli investitori retail vi sono anche diversi dipendenti della stessa Astaldi che, evidentemente hanno sempre avuto fiducia nel loro datore di lavoro”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni Astaldi