Astaldi: azioni e bond in picchiata dopo annuncio aumento capitale

Il rendimento dei bond high yield Astaldi è salito oltre 11%. Azioni in picchiata del 40% e preoccupazione per la messa in sicurezza del debito

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il rendimento dei bond high yield Astaldi è salito oltre 11%. Azioni in picchiata del 40% e preoccupazione per la messa in sicurezza del debito

Astaldi sta studiando un rafforzamento patrimoniale. In merito ad alcune notizie apparse sulla stampa odierna, il general contractor italiano ha confermato che è allo studio un aumento di capitale per un importo di circa 200 milioni di euro.

L’operazione, si legge in una nota, è volta al rafforzamento della struttura patrimoniale di Astaldi finalizzato a porre la società nelle migliori condizioni possibili nel processo complessivo di rifinanziamento del debito a lungo termine, tramite l’allungamento delle scadenze oltre il 2022 e, subordinatamente alle condizioni di mercato, la riduzione del costo dell’indebitamento.

La reazione degli investitori in borsa è stata pesante. Il titolo azionario è crollato di oltre il 20% in una sola seduta, ma da inizio mese cede oltre il 40% a quota 3,6 euro. La violenta reazione in borsa non sta risparmiando nemmeno le obbligazioni senior 2020 quotate su EuroTLX e Borsa Italiana. Rispetto a ieri, il bond Astaldi high yield 7,125% 2020 (Isin XS1000393899) cede il 10% e prezza 89 per un rendimento a scadenza che supera 11,20%. Gli investitori temono che l’aumento di capitale e le notizie diffuse dall’azienda circa l’allungamento delle scadenze debitorie possa coinvolgere anche i portatori dei bond in parola.

 

Astaldi, il giudizio degli analisti

 

Equita Sim spiega che Astaldi ha comunicato di avere allo studio un aumento di capitale da 200 mln finalizzato al rafforzamento della struttura patrimoniale del gruppo in vista del rifinanziamento del debito bancario e del bond da 750 mln in scadenza nel 2020. L’operazione consentirebbe una riduzione del costo di tale rifinanziamento. L’aumento di capitale affiancherebbe il piano di dismissione delle attività in concessione. Su tale fronte resta cruciale l’uscita dalle iniziative in Turchia (il Ponte sul Bosforo, l’Autostrada Istanbul-Smirne e l’Ospedale di Etlik). Ricordiamo che Astaldi ha un debito lordo di circa 2,1 mld e una Posizione finanziaria netta di 1,275 mld (1,4 bn al netto dei crediti legati ai minimi garantiti delle concessioni). A fronte di tale indebitamento il capitale investito nelle concessioni ammonta a circa 700 mln (di cui 400 mln di equity e 250 mln di semi equity). La dimensione dell’aumento è insufficiente a risolvere i problemi di indebitamento di Astaldi se non accompagnato da una decisa riduzione dell’esposizione alle concessioni.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni Astaldi