Asta titoli di stato, assegnati tranches di CTZ e BTPi. Nuovo Btp Italia dal 5 novembre

Tassi in ribasso per i certificati del Tesoro a 24 mesi che sono stati venduti con un rendimento lordo del 1,39%. Collocati anche 750 milioni di BTP indicizzati all’inflazione a 15 anni

di , pubblicato il
Tassi in ribasso per i certificati del Tesoro a 24 mesi che sono stati venduti con un rendimento lordo del 1,39%. Collocati anche 750 milioni di BTP indicizzati all’inflazione a 15 anni

Con l’assegnazione di CTZ e Btp indicizzati all’inflazione europea si è aperto oggi il trittico di aste di fine mese per il rinnovo di 17 miliardi di titoli di stato. In un clima di incertezza che regna a livello europeo sullo scandalo “datagate” e sul fronte politico interno che catalizza l’attenzione circa la discussione della legge di stabilità, il Tesoro ha collocato titoli zero coupon a 24 mesi e BTPi a 8 anni per un ammontare di 3 miliardi di euro. Benché l’attività sul mercato secondario sia stata scarsa alla vigilia delle aste odierne, l’interesse degli investitori istituzionali non è venuto meno nei confronti dei titoli tricolori che offrono sempre rendimenti superiori a quelli degli altri stati europei più affidabili. Lo spread nei confronti del bund tedesco si è tornato a 240 punti, dopo essere sceso sotto i 230 la scorsa settimana. Gli occhi rimangono puntati sulle decisioni che le forze politiche dovranno prendere per rilanciare l’economia e l’occupazione in Italia. Del resto, se non verranno tagliate energicamente le spese pubbliche per liberare risorse economiche, il paese non riuscirà ad agganciare la ripresa e gli investito torneranno a disertare i la carta italiana.

 

Asta titoli di stato: Ctz 2015 e Btpi 2023 in dettaglio

 

spread-btp-bund-300x194

In Asta sono stati assegnati 2,25 miliardi di euro di nuovi CTZ 24 mesi con decorrenza 28 giugno del 2013 e scadenza il 30 giugno del 2015 (Isin IT0004938186) a un tasso dello 1,392% (1,623% in precedenza), ai minimi da quando è stato introdotto l’euro e migliore rispetto alle aspettative della vigilia coi mercati condizionati da un leggero ribasso dei prezzi dei Btp sul secondario. Il derivato a giugno sul decennale di riferimento – nota un trader – è arrivato a recuperare qualche figura e la forbice Italia/Germania (spread di rendimento), sempre sul tratto a dieci anni, è arrivato a stringersi fino sotto 240 punti base. Il movimento – avvertono gli addetti ai lavori – va letto principalmente come un rimbalzo di natura tecnica dopo il rally dei mercati obbligazionari di agosto e settembre. Sul mercato sono stati, poi, collocati in 28esima tranche anche 750 milioni di BTPi scadenza 15 settembre 2023 (Isin IT0004243512) che hanno fatto registrare un rendimento in rialzo al 2,73% (2,65% in precedenza) risentendo delle attese per l’aumento dei tassi d’inflazione nel medio periodo.

“Rispetto a un mese fa i rendimenti sono leggermente scesi, ma a livello assoluto restano compressi” – osservano gli operatori – i quali notano anche un sensibile calo di attività sul mercato secondario dei titoli di stato dell’eurozona dove sulle scadenze brevi i rendimenti reali sono ormai giunti a livelli negativi.

 

Titoli di Stato e BTP Italia, le date dei prossimi appuntamenti

 

VP3

Fra gli appuntamenti importanti con le aste dei titoli di stato, si proseguirà domani con l’assegnazione di Bot semestrali per 8 miliardi di euro e mercoledì con la vendita di BTP a 5 e 10 anni per un ammontare massimo di 6 miliardi. Ultimi appuntamenti prima del lancio del nuovo BTP Italia, il cui collocamento è previsto dal 5 all’8 novembre, ma potrebbe anche terminare prima. Viste le richieste del precedente collocamento che ha superato i 17 miliardi di euro, Maria Cannata, dirigente al debito pubblico presso il Mef, sta infatti studiando la possibilità di chiudere anticipatamente il collocamento alle ore 14 del secondo giorno limitando altresì il quantitativo dei singoli ordini. La dirigente del Tesoro ha inoltre spiegato che, di fronte al crescente fabbisogno statale 2013, l’intenzione è quella di ricorrere a tutti gli strumenti, facendo quindi intendere di non puntare a una nuova maxi-emissione del Btp Italia. In pratica nessuno potrà prenotare e sottoscrivere BTP Italia senza limiti. [fumettoforumright]

 

APPROFONDISCI – Nuovo BTP Italia quinta emissione pronto per novembre. Cedola minima al 2,25%

Argomenti: , , , ,