Asta CTZ 2019 e Btpei del 26 ottobre: assegnati 3 miliardi di bond con tassi in rialzo

Il Tesoro emette CTZ (IT0005289274) per 3 miliardi con rendimenti in ascesa. Assegnati anche Btp indicizzati. Tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il Tesoro emette CTZ (IT0005289274) per 3 miliardi con rendimenti in ascesa. Assegnati anche Btp indicizzati. Tutti i dettagli

Rendimenti CTZ di nuovo in rialzo. Il Tesoro ha collocato stamane in asta 3 miliardi di euro in titoli zero coupon biennali CTZ (certificati zero coupon) offrendo un tasso d’interesse più alto di 5 punti base, ma sempre negativo, rispetto all’asta precedente.

 

Nel dettaglio, salgono da -0,21% a -0,16% i rendimenti dei CTZ con scadenza 30 ottobre 2019 (isin ISIN IT0005289274) collocati stamane dal Tesoro, in rialzo rispetto all’ultima asta. L’ammontare di titoli di stato offerto agli investitori è stato pari a 3 miliardi di euro, oltre l’importo minimo inizialmente offerto (2,5 miliardi). Il bid to cover è stato pari a 2,02. Più nel dettaglio, il nuovo CTZ  è stato venduto a 100,334 ricevendo offerte per quasi 6,067 miliardi di euro, cioè sono state presentate domande da parte degli investitori superiori al doppio del quantitativo assegnato. Il rapporto di copertura – spiegano gli analisti – conferma l’interesse per questo segmento di titoli senza cedole che garantisce un ritorno sicuro per gli istituzionali. Gli istituti di credito preferiscono, infatti, i titoli a reddito fisso di breve durata, dato che per depositare la liquidità presso la Banca centrale europea oggi devono pagare lo 0,40%. Il Tesoro ha collocato anche un totale di 1.250 milioni di euro in BTP indicizzati. I titoli con scadenza nel maggio 2028 (Isin IT0005246134) hanno segnato un rendimento allo 0,97% e bid to cover è stato pari a 1,85.

 

Asta CTZ, risultato soddisfacente

 

CTZ hanno registrato  un risultato soddisfacente, secondo gli esperti. Sono stati assegnati complessivamente 3 miliardi di euro messi all’asta, e i rendimenti contenuti riflettono le previsioni del mercato riguardo le prossime mosse della Bce in tema di costo del denaro. La domanda di CTZ è stata ben accolta dal mercato – commentano gli esperti di Unciredit – in quanto il segmento piú a breve termine della curva dei rendimenti italiana è piú appetibile rispetto alla Spagna

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Ctz

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.