Asta Btp senza intoppi, la Bce non stringe il credito

Il tesoro ha collocato Btp a varie scadenze con rendimenti poco variati. Buona la domanda, spread stabile

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il tesoro ha collocato Btp a varie scadenze con rendimenti poco variati. Buona la domanda, spread stabile

Lo spread Btp/Bund tratta poco mosso a 238,231 punti base rispetto ai 237,648 pb della chiusura di ieri dopo le odierne aste di Btp, che si sono svolte senza intoppi, e dopo la pubblicazione delle minute dell’ultima riunione della Banca centrale europea, che hanno lanciato segnali da colomba.

I membri del board della Bce hanno infatti esplicitamente lasciato aperta la possibilitá di estendere ancora la durata del loro programma di Quantitative Easing. La causa è da ricercarsi nelle incertezze dovute alle tensioni commerciali, che potrebbero aggravare il recente rallentamento della crescita nell’Eurozona. “Data la prevalente incertezza, è prudente lasciare la fine degli acquisti netti condizionata” alla soliditá “dei prossimi dati in arrivo”, si legge nelle minute, dove si aggiunge come secondo tutti i membri del board “la politica monetaria deve rimanere paziente, prudente e persistente”.

La Bce mette in evidenza i rischi per la crescita europea, in particolare il “crescente protezionismo, le tensioni geopolitiche e gli squilibri sui mercati finanziari”. Tornando all’obbligazionario, il Tesoro italiano ha fatto il pieno in asta. Roma ha collocato 2 miliardi di euro di Btp a 3 anni con rendimento all’1,10% (-5 pb) e rapporto di copertura a 1,96 e 2 mld di titoli settennali al 2,31% (-7 pb) e bid to cover a 1,64. Il Tesoro ha poi emesso 1,25 mld di Btp a 15 anni al 3,04% (+67 pb) e copertura a 1,46 e 1,25 mld di titoli di Stato ventennali al 3,28% con bid to cover a 1,44.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp