Asta Bot 1 anno: forte domanda, rendimento al minimo storico

Il Tesoro ha collocato 6 miliardi di euro di Bot a 12 mesi (Isin IT0005311847) con rendimento record negativo. Buona la domanda degli investitori

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il Tesoro ha collocato 6 miliardi di euro di Bot a 12 mesi (Isin IT0005311847) con rendimento record negativo. Buona la domanda degli investitori

Il tasso dei Bot a 1 anno resta negativo e tocca un nuovo minimo storico. E’ l’effetto Bce che ha, come da attese, ha visto Draghi confermare il prolungamento del programma di acquisti di titoli pubblici fino alla fine del 2018, pur riducendone l’importo attualmente acquistabile.

Secondo gli esperti, poi, il quantitative easing potrebbe anche proseguire oltre il 2018 se l’inflazione in Europa dovesse restare debole anche a fronte di una ripresa economica che si sta consolidando. Finora la Bce ha acquistato sul mercato più di 1.800 miliardi di bond europei, fra titoli di stato, bancari e corporate e la tendenza è quella di proseguire anche se a ritmo più ridotto.

 

Asta Bot a 1 anno: rendimento record negativo

Nel dettaglio, il titolo di stato zero coupon con scadenza 14 novembre 2018 (codice ISIN IT0005311847) è stato prezzato dal Tesoro a 100,402 per un rendimento negativo del 0,402%, 6 punti base sotto il tasso della volta precedente. In asta sono stati offerti Bot a 365 giorni per 5,5 miliardi di euro in sostituzione di analoghi titoli di stato in scadenza con un’ottima risposta da parte del mercato che ha presentato domande per oltre 13,5 miliardi di euro (rapporto di copertura pari a 2,46).  Al 13 ottobre 2017 la circolazione dei BOT era pari a 114.940,605 milioni di euro: 37.850 milioni di euro semestrali e 77.090,605 milioni di euro annuali

L’asta dei Bot a scadenza a un anno di oggi ha raggiunto “un rapporto di copertura molto elevato e un rendimento di appeal per gli investitori“. Lo affermano gli analisti. Per gli esperti, il rendimento di -0,402%, sebbene non distante dall’asta precedente, significa che “i mercati insistono molto sul breve termine“, poichè pesano prospettive “non molto positive sull’inflazione italiana“. La risposta degli investitori istituzionali è stata molto buona.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bot

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.