Argentina: senato approva risarcimento ai bondholders

I fondi USA riceveranno 4,65 miliardi di dollari e Buenos Aires potrà tornare a rifinanziarsi sui mercati. Bond in rialzo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
I fondi USA riceveranno 4,65 miliardi di dollari e Buenos Aires potrà tornare a rifinanziarsi sui mercati. Bond in rialzo

Il Senato dell’ Argentina, con 54 si e 16 no, ha approvato un piano per mettere fine alla disputa con gli hedge fund Usa. Si tratta della prima grande vittoria ottenuta dal presidente del Paese, Mauricio Macri, in un Congresso dominato dall’opposizione. Il voto permette all’Argentina di tornare sui mercati di capitale globali per la prima volta dal 2001. Nel dettaglio, il Senato, approvando il piano, ha permesso a Macri di emettere 12 miliardi di dollari in bond e di usarne una parte per pagare 4,65 miliardi di usd agli hedge fund creditori del debito sovrano di Buenos Aires divenuto insolvente 15 anni fa. Posto che non esistono altri ostacoli legali all’interno delle corti statunitensi, questo programma dara’ sollievo alle imprese argentine che per anni sono effettivamente rimaste tagliate fuori dai mercati del credito e ai Governi provinciali che si trovano a corto di capitale. L’approvazione del piano mette poi in evidenza la capacità di Macri di calamitare il sostegno dei partiti legati al movimento Peronista, incluso l’ex presidente Christina Kirchner. Tanti degli alleati di Kirchner, infatti, hanno sostenuto l’attuale presidente argentino affermando che ormai era tempo di riportare l’economia del Paese lungo la buona strada, costruendo solide basi per la crescita.  

Prezzi dei bond argentini in rialzo

  La notizia, ampiamente scontata dal mercato, ha rafforzato il trend di crescita dei prezzi dei bond argentini. Quelli emessi dalle province offrono rendimenti che vanno dal 6% al 9%, a seconda della durata, mentre il bond Argentina 8,75% 2017 (XS0501195480), per il quale era stato sospeso il pagamento degli interessi, quota 119. L’obbligazione – secondo gli analisti – dovrebbe ricominciare a corrispondere le cedole dal prossimo mese di giugno riconoscendo altresì ai possessori i coupon maturati e non staccati dal 2013.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Bond Argentina

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.