Argentina, i nuovi bond vanno a ruba, boom di domande: oltre 70 miliardi Usd

Boom di domande per le nuove obbligazioni argentine. Rendimento atteso per il bond a 10 anni inferiore al 8%

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Boom di domande per le nuove obbligazioni argentine. Rendimento atteso per il bond a 10 anni inferiore al 8%

Chi l’avrebbe mai detto? L’Argentina sta ricevendo una forte domanda di bond, con gli investitori a caccia di rendimenti in un contesto di tassi di interesse molto bassi. L’emissione di nuovi bond Argentina denominati in dollari, a distanza di 15 anni dal default da 95 miliardi, potrebbe raggiungere i 15 miliardi usd di ammontare. Probabilmente, riferisce una fonte a conoscenza dei fatti, i titoli verranno prezzati oggi e le banche che stanno gestendo il collocamento stanno continuando ad accettare ordini nonostante le domande per le nuove obbligazioni Argentina abbiano raggiunto i 70 miliardi di usd.  

 Argentina emette bond per 15 miliardi di dollari

  Una emissione da 15 miliardi di usd sarebbe la più grande effettuata da un Paese in via di sviluppo negli ultimi 20 anni, in base ai dati Dealogic. Si tratta inoltre del ritorno sul mercato del Paese dai tempi del default del 2001, dopo una disputa con gli obbligazionisti e gli hedge fund durata 15 anni. La forte domanda ha permesso all’Argentina di limare il rendimento dei bond in emissione. Ad esempio la tranche decennale, quella più gradita dagli investitori, dovrebbe essere prezzata, secondo fonti informate dei fatti, con un costo di finanziamento compreso tra il 7,5% e il 7,625% rispetto all’8% stimato in un primo momento. Inoltre i titoli triennali dovrebbero essere collocati con un rendimento tra il 6,25% e il 6,5%, i quinquennali tra il 6,875% e il 7,125% e quelli trentennali all’8%. Il fatto che la Fed alzerá i tassi di interesse in maniera graduale sta sostenendo le richieste da parte degli investitori per il debito di Buenos Aires, sottolinea Siobhan Morden, strategist di Nomura. “C’è propensione al rischio ovunque. Il Messico sale, la Colombia anche, tutto è in rally da tre settimane. Non c’è un driver specifico”, ma vista questa stabilitá gli investitori sono propensi ad aggiungere rischio ai loro portafogli, spiega l’esperto.Deutsche Bank, HSBC Holdings, Jp Morgan Chase & Co. e Santander Group sono i lead underwriter, mentre i bookrunner dell’operazione sono Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, Ubs Group e Citigroup.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Bond Argentina

I commenti sono chiusi.