Apple colloca altri bond per 4,75 miliardi di dollari a varie scadenze

Le nuove obbligazioni senior Apple hanno scadenza 2020, 2022 e 2027, a tasso fisso e variabile. Taglio minimo, 2.000 USD

di , pubblicato il
Le nuove obbligazioni senior Apple hanno scadenza 2020, 2022 e 2027, a tasso fisso e variabile. Taglio minimo, 2.000 USD

Apple torna sul mercato dei bond. E continua a farlo pur non avendone bisogno. Le sue disponibilità liquide ammontano infatti a 257 miliardi di dollari, ma con i bassi tassi d’interesse offerti dal mercato – osserva un analista – conviene indebitarsi perché il denaro preso a prestito per le grandi multinazionali di Wall Street con rating elevato (AA+ di Standard & Poor’s per Apple) costa davvero poco.

 

Apple ha quindi collocato sul mercato obbligazioni senior unsecured a tasso fisso e variabile per 4,75 miliardi di dollari. Le obbligazioni hanno scadenze a 3, 5 e 10 anni e tagli minimi da 2.000 Usd con cedola pagabile su base semestrale e trimestrale per il bond a tasso variabile. Il ricorso al mercato servirà per finanziare l’aumento da 50 miliardi di dollari del programma di distribuzione dei capitali annunciato il 2 maggio scorso congiuntamente ai conti deludenti sul piano dei ricavi, vendite di iPhone e outlook. Il Cda ha dato quindi il via libera a un riacquisto di titoli propri da 210 miliardi di dollari, potenziandolo rispetto ai 175 miliardi di un anno fa. I vertici dell’azienda hanno anche approvato un aumento della cedola trimestrale del 10,5% a 63 centesimi per azione.

 

Obbligazioni Apple in dettaglio

 

US037833CP38     Apple Inc.     0,35%                       2022

US037833CS76     Apple Inc.     1,80%                       2020

US037833CQ11    Apple Inc.     2,30%                       2022

US037833CR93     Apple Inc.     3,20%                       2027

 

 

Apple capitalizza 800 miliardi, nuovo record

 

Apple può dire di avere raggiunto un altro primato: oltre a essere l’unico gruppo americano ad avere una capitalizzazione superiore a 700 miliardi di dollari, il produttore dell’iPhone potrebbe comprare tutti gli asset del più grande fondo comune di investimento specializzato nel reddito fisso, il Vanguard Total Bond Market Index Fund, il cui portafoglio da 145 miliardi di dollari include obbligazioni aziendali, titoli di Stato e bond ipotecari. Della montagna di contanti pari a 257 miliardi di dollari che Apple vanta, riferisce Bloomberg, 148 miliardi sono investiti in debito aziendale. Si può dire quindi che Apple sia un re dei bond. Non solo. Anche un creatore di occupazione negli Usa.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami