AP Moller-Maersk, collocato bond da 1,25 miliardi

Emissione in due tranche per la multinazionale danese del trasporto container. Il rendimento in dollari è migliore di quello in euro

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Emissione in due tranche per la multinazionale danese del trasporto container. Il rendimento in dollari è migliore di quello in euro

La multinazionale danese del trasporto container AP Moller-Maersk ha effettuato il suo primo collocamento di obbligazioni in dollari statunitensi per un valore complessivo di 1,25 miliardi. L’operazione ha visto l’emissione di un bond da 750 milioni di dollari con scadenza nel settembre del 2019 e di un prestito da 500 milioni con scadenza sempre a settembre ma del 2024. Le cedole sono pari rispettivamente al 2,55% e al 3,75%. I due bond e’ previsto ricevano un rating BBB+ da S&P e Baa1 da Moody’s. I proventi netti saranno utilizzati per finalità aziendali generiche. Underwriter del collocamento sono state Bank of America Merrill Lynch, Barclays, Citigroup, Jp Morgan e RbS.   Obbligazioni AP Moller Maersk 2019 e 2024   [fumettoforumright]Più nel dettaglio, il bond con scadenza 2019 (USK0479SAB45offre una cedola fissa del 2,55%, mentre quello con scadenza 2024 (USKI0479SAC8paga un coupon del 3,75%. Entrambe le obbligazioni corrispondono gli interessi su base semestrale e godono di un rating “investment grade” che corrisponde a BBB+ per Standard & Poor’s e Baa1 per Moody’s. Lo scopo dell’emissione non è stato specificato, ma AP Moller Mærsk sta conducendo un corposto programma di buy back e finora ha speso circa 62 milioni di dollari, nell’ambito di un programma di riacquisto fino a 1 miliardo di azioni proprie, come da programma approvato lo scorso mese di agosto. La società è presente sul mercato obbligazionario anche con un bond da  750 milioni di euro (XS0821175717) con scadenza 2019 e il cui rendimento si è schiacciato ultimamente all’1%. L’obbligazione offre una cedola fissa del 3,375% il 28 agosto di ogni anno ed è trattabile per tagli minimi di 100.000 euro.   Ap Moller-Maersk, utili in aumento nel secondo trimestre   Ap Moller-Maersk ha concluso il secondo trimestre con un incremento dell’utile netto a 2,25 miliardi di dollari, battendo le stime degli analisti di 2,1 miliardi di dollari. I ricavi si sono attestati nel periodo a 11,95 miliardi di dollari. A sostenere i risultati la cessione da 2,8 miliardi di dollari della divisione Dansk Supermarked, anche se parzialmente oscurata dalla svalutazione degli asset petroliferi brasiliani per 1,7 miliardi di dollari. Il conglomerato danese ha contestualmente annunciato un piano di buyback da un miliardo di dollari della durata di un anno e ha rivisto al rialzo le stime sull’utile core nell’esercizio 2014 a 4,5 miliardi di dollari da 4 miliardi. La divisione Maersk Line dovrebbe registrare un risultato “significativamente” superiore al 2013.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Bond in dollari USA, Obbligazioni societarie, Ratings