Alcatel Lucent lancia bond convertibili per 1 miliardo

Il colosso tecnologico franco-americano ricorre alle emissioni equity linked per rimborsare linee di credito bancarie. Rischio molto elevato per gli analisti

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il colosso tecnologico franco-americano ricorre alle emissioni equity linked per rimborsare linee di credito bancarie. Rischio molto elevato per gli analisti

Anche Alcatel-Lucent emette un titolo equity linked. Lo rende noto la stessa multinazionale francese produttrice di hardware e software per le telecomunicazioni che ha fatto ricorso a un mega bond convertibile da 1,4 miliardi di dollari per ripagare debiti esistenti nei confronti delle banche. Ma perché proprio un bond convertibile? Dopo alcuni anni in cui le società hanno trascurato le obbligazioni convertibili come strumento di finanziamento, il 2014 si sta rivelando promettente per il ritorno in auge di questo tipo di obbligazioni. A favore del rilancio dei bond convertibili c’è la ripresa dei mercati azionari e il livello estremamente basso dei tassi di interesse. Costano meno rispetto ai bond ordinari in termini di spesa per interessi, ma offrono all’obbligazionista la possibilità di convertire il debito in azioni qualora l’operazione diventi conveniente.   Obbligazioni convertibili Alcatel-Lucent   [fumettoforumright]Le obbligazioni Alcatel-Lucent appena collocate presso investitori qualificati (taglio minimo 100.000 euro) hanno riscontrato un discreto successo, soprattutto per via della notorietà internazionale della società tecnologica nata dalla fusione nel 2006 fra la francese Alcatel e l’americana Lucent. Alcatel-Lucent ha annunciato l’emissione di obbligazioni convertibili azioni in due tranche. La prima da 600 milioni di euro con scadenza al 30 gennaio 2019 e la seconda da 400 milioni al 30 gennaio 2020. Per entrambe ci sarà la possibilità di un ulteriore 10% entro il prossimo 5 giugno, portando l’emissione complessiva a 1,1 miliardi di euro. Il bond con scadenza 2019 non maturerà interessi, mentre quello con scadenza 2020 pagherà una cedola fissa del 0,125% su base semestrale il 30 gennaio e il 30 luglio. Entrambe le obbligazioni sono state emesse alla pari e sono callable a determinate condizioni e scadenze temporali. Le due nuove obbligazioni in euro convertibili saranno quotate alla borsa del Lussemburgo e serviranno a rimborsare in gran parte 1,75 miliardi di dollari di linee di credito bancarie. Le nuove obbligazioni convertibili godranno di un rating altamente speculativo pari a B- per Standard & Poor’s e Caa1 per Moody’s.     Alcatel-Lucent riduce le perdite, il giudizio degli analisti   Alcatel-Lucent ha concluso il primo trimestre 2014 con una perdita netta pari a 73 milioni di euro (0,3 euro per azione), a fronte del dato negativo di 353 milioni (0,16 euro per azione) di un anno fa, sostenuto dalla riduzione delle spese generali e amministrative di un quinto. L’utile operativo adjusted si è attestato a 33 milioni di euro, dalla perdita operativa pari 179 milioni di un anno fa, battendo le stime degli analisti. La società franco-americana continua tuttavia a bruciare cassa, con un free cash flow negativo di 398 mln euro nel periodo da 544 milioni. I ricavi sono scesi del 3,3% a 2,96 miliardi di euro, in scia al rafforzamento della valuta contro il dollaro. Alcatel-Lucent è in una forma migliore oggi di quanto non lo fosse un anno fa – osserva Pierre Ferragu di Bernstein – dopo la pubblicazione dei conti. Anche se i ricavi sono risultati inferiori alle attese del mercato, l’utile operativo è stato solido. Inoltre, nonostante il piano di riassetto stia procedendo più velocemente del previsto, l’incremento dei ricavi resta – secondo Ferragu – fragile, con rischi nel medio termine. Il programma di ristrutturazione, denominato “Shift Plan”, resta “fortemente sensibile” alla crescita del fatturato e le misure di riduzione dei costi non sono sufficientemente aggressive, precisa Bernstein.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni convertibili, Obbligazioni societarie, Obbligazioni subordinate, Ratings

I commenti sono chiusi.