Agsm lancia mini bond per investire nell’eolico

Si chiamano “Rivoli bonds” le nuove obbligazioni in sottoscrizione e riservate alle famiglie rivolesi per finanziare gli aerogeneratori. Cedola del 6,50% per sette anni

di , pubblicato il
Si chiamano “Rivoli bonds” le nuove obbligazioni in sottoscrizione e riservate alle famiglie rivolesi per finanziare gli aerogeneratori. Cedola del 6,50% per sette anni

Proseguono i collocamenti di mini bond. Coinvolte sono spesso anche le municipalizzate o le multi utility che, viste le difficoltà di finanziamento da parte delle banche, si rivolgono alla collettività. Come la pratese E.S.TR.A. che recentemente ha collocato un bond da 30 milioni, da poco quotato sull’ExtraMot di Borsa Italiana. Ma anche di Agsm, la multiutility veronese presente in 4mila comuni italiani, che ha deciso di condividere i vantaggi dell’impianto eolico di Rivoli Veronese attraverso la proposta di investimento riservata alle 700 famiglie del territorio. Si tratta più precisamente di finanziare parzialmente la realizzazione del’impianto eolico “Monte Mesa” di Rivoli, dotato di 4 aerogeneratori per una potenza di 8mw e che durante il suo primo anno di attività ha prodotto 15 milioni di chilowatt.     Obbligazioni Agsm 6,50% 2020, “Rivoli bonds”   [fumettoforumright]Si chiama, «Agsm Rivoli Bond», la nuova formula d’investimento, la prima in Italia, che garantirà un tasso di interesse del 6,5% annuo. Di cosa si tratta? Le 700 famiglie di Rivoli potranno acquistare obbligazioni con taglio minimo di mille euro (fino a un massimo di 30 mila) e scadenza 7 anni, con possibilità di uscita dopo 3 anni. Il periodo di raccolta, che prevede un tetto massimo di 2 milioni, sarà da giugno a dicembre di quest’anno. “Un progetto pilota che, se andrà a buon fine, indurrà Agms a considerare addirittura l’ipotesi “Public Company” nella quale i cittadini stessi diventerebbero azionisti del parco eolico, ha spiegato Paolo Paternoster, presidente di Agsm. Entro il 31 dicembre del 2014 la nuova società entrerà in esercizio, ma dovranno esserci minimo 200 sottoscrittori, per arrivare almeno ad i milione di euro, «altrimenti non ci sarebbe la convenienza all’operazione», ha sottolineato i vertici di Agsm.

I bond sono indirizzati in primo luogo alle famiglie rivolesi e in seconda opzione alle aziende del comune morenico, ma non è escluso che, in un secondo momento, si possa allargare la platea agli investitori esterni.

Argomenti: , ,