Addio Nafta, al suo posto “Accordo USA-Messico”. Bond in ribasso

L'accordo commerciale raggiunto tra Stati Uniti e Messico ha come effetto quello di ridurre gli acquisti su asset considerati sicuri. Bund in calo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L'accordo commerciale raggiunto tra Stati Uniti e Messico ha come effetto quello di ridurre gli acquisti su asset considerati sicuri. Bund in calo

Gli Stati Uniti e il Messico hanno raggiunto un accordo per rimpiazzare il trattato di libero scambio Nafta, che regola attualmente i rapporti commerciali tra i due Paesi e il Canada. Il presidente ha annunciato che la nuova intesa “spiana la strada alla sostituzione del Nafta” e sará chiamata “Accordo Usa-Messico”, con la denominazione Nafta che sará ufficialmente cancellata.

Rimane ora il nodo del Canada. Il governo di Ottawa si è sempre rifiutato di negoziare su base bilaterale come suggerito da Trump, orientamento accettato invece dal Messico e che ha portato alla accordo di ieri. Il presidente ha affermato che i colloqui con l’amministrazione canadese inizieranno “quasi immediatamente” e potrebbero portare ad un “accordo bilaterale o all’inclusione del Canada nell’accordo raggiunto con il Messico”. Trump ha anche affermato che “sarebbe più facile imporre tariffe sui loro prodotti”, piuttosto che negoziare un nuovo accordo, ma un comunicato della Casa Bianca nella serata americana ha indicato come lui e il presidente canadese Justin Trudeau si sono sentiti telefonicamente e hanno deciso di “continuare ad avere conversazioni costruttive” sul commercio.

 

Titoli di Stato

 

In Europa, il mercato obbligazionario ha visto un indebolimento del Bund, i cui rendimenti sono saliti a seguito del risultato migliore delle attese dell’indice Ifo di agosto e dell’aumento della propensione al rischio sui mercati grazie al raggiungimento dell’accordo commerciale tra Stati Uniti e Messico. “L’Ifo di agosto suggerisce come la recente stabilizzazione del ritmo di crescita tedesco potrebbe addirittura trasformarsi in un rimbalzo“, dice Timo Klein, economista di Ihs Markit Economics. Il rendimento sul titolo decennale tedesco è salito di quasi 6 punti base, allo 0,38%. Sul fronte americano, i rendimenti dei bond Usa sono saliti. L’accordo commerciale raggiunto tra Stati Uniti e Messico ha come effetto quello di ridurre gli acquisti su asset considerati sicuri come i Treasury, ma fino ad ora non si sono visti effetti dell’intesa. “Non siamo mai a piú di un tweet di distanza da un completo disastro nei negoziati commerciali, ma oggi possiamo essere ottimisti“, commenta Kit Juckes di Societe Generale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia