Acea lancia nuovo bond senior e si ricompra i vecchi

Al via road show per nuovo bond Acea e buy back su obbligazioni 2018 e 2020 per 300 milioni. Prezzi e dettagli

di , pubblicato il
Al via road show per nuovo bond Acea e buy back su obbligazioni 2018 e 2020 per 300 milioni. Prezzi e dettagli

Acea ha lanciato un’offerta di riacquisto per massimi 300 milioni di euro su due bond in circolazione, annunciando contemporaneamente un roadshow finalizzato ad una nuova emissione obbligazionaria.

Lo annuncia una nota dell’utility romana Acea, in cui si spiega che l’operazione punta “a perseguire una più ampia diversificazione delle fonti finanziarie” e “ottenere l’allungamento della durata media del debito” insieme a una riduzione del suo costo medio, grazie all’attuale andamento di mercato dei tassi di interesse.

I proventi della nuova emissione, prosegue la nota, potrebbero quindi essere utilizzati “in tutto o in parte” per finanziare il buyback sui bond. Il lancio della nuova emissione, informa Acea, sarà soggetto alle condizioni di mercato ma è comunque previsto entro il mese di ottobre. Il roadshow – riferisce una fonte – si svolgerà tra lunedì e martedì prossimo toccando le piazze di Parigi e Londra.

Acea lancia buy back su obbligazioni 2018 e 2020

L’offerta di riacquisto, che parte oggi per concludersi nel pomeriggio di martedì 18 ottobre, riguarda i due bond Acea settembre 2018 cedola 3,75% (codice ISIN XS0970840095) e marzo 2020 4,50% (codice ISIN XS0495012428), rispettivamente in circolazione per 600 e 500 milioni. Escluso il coinvolgimento del bond Acea 2,625% 2024 come si pensava inizialmente. Il prezzo di riacquisto – in relazione alla data di regolamento fissata del 24 ottobre – è pari a 107,268 per il titolo più breve e 115,263 per quello più lungo. L’offerta viene gestita da Barclays, Bnp Paribas, Deutsche Bank, Banca Imi e Credit Agricole Cib. Operazioni combinate di riacquisto bond e lancio di nuove emissioni, analoghe a quella odierna di Acea, sono state decise negli ultimi mesi da società come Cnh Industrial, Hera e Snam, quest’ultima ancora in corso. Tali operazioni, definite di asset liability management, puntano a sfruttare le condizioni particolarmente favorevoli offerte dal mercato obbligazionario per allungare al vita media del debito aziendale e abbassarne il costo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,