Abengoa lancia green bond da 500 milioni

L’emissione sarà articolata in due tranche, una in euro e una in dollari. La multinazionale spagnola realizza un giro d’affari che super i 7 miliardi annui

di , pubblicato il
L’emissione sarà articolata in due tranche, una in euro e una in dollari. La multinazionale spagnola realizza un giro d’affari che super i 7 miliardi annui

Abengoa, nota multinazionale spagnola lancerà green bond per 500 milioni di euro. Per il gruppo iberico attivo nella produzione di energie rinnovabili si tratta della prima emissione benchmark di questo tipo, dopo aver ottenuto anche importanti riconoscimenti a livello internazionale in fatto di rispetto per l’ambiente.  Il lancio dell’obbligazione sarà curato da Abengoa Grrenfield S.A., società controllata da Abengoa e che si occupa di ricerca e sviluppo di tecnologie verdi. La size sarà di 500 milioni, ripartita in due tranches, una in euro e una in dollari con scadenza 2019, destinata ad investitori istituzionali e qualificati. Il bond, garantito da Abengoa, sarà quindi quotato presso la borsa del Lussemburgo e negoziabile per taghli minimi da 100.000 euro e 200.000 dollari.   Bond Abengoa rendono fino al 5,50%   [fumettoforumright]Abengoa gode di rating B per Standard & Poor’s e B2 per Moody’s, quindi speculativo, tuttavia è considerata dagli analisti una delle società più solide a livello internazionale per il comparto di appartenenza.  L’ultimo bond in euro recentemente emesso sul mercato, Abengoa 6% 2021 (XS1048657800) offre un rendimento del 5,5% lordo a scadenza, mentre le obbligazioni high yield 8,50% 2016 (XS0498817542) quotano con un rendimento del 3,50%. La società non ha specificato le finalità dell’emissione del green bond da 500 milioni, tuttavia gli analisti sono concordi nel ritenere che il funding servirà, oltre che per finalità specifiche in difesa dell’ambiente e per lo sviluppo di attività “green”, anche per rimborsare il bond da 300 milioni di euro Abengoa 9,625% (XS0469316458) in scadenza fra poco più di un anno. Abengoa ha chiuso il 2013 con ricavi in crescita del 17% a quota 7,35 miliardi di euro, con un Ebitda pari a 1,36 miliardi (+44%) e un utile netto di 108 milioni (+84%). Il leverage è sceso a 2,2 X.   Green bond, cosa sono e come funzionano?   Si tratta di normalissime obbligazioni, ma emesse con finalità specifiche legate alla difesa dell’ambiente. Un fenomeno in ascesa che sta suscitando sempre più l’attenzione degli investitori verso quelle società attive nel settore energetico ad impatto ambientale che raccolgono capitali con il preciso scopo di tutelare o migliorare l’ambiente in cui viviamo. In Italia, al momento, solo HERA s.p.a. ha collocato “green bonds”. Si tratta di strumenti finanziari innovativi nello scopo che legano l’emissione di un bond a investimenti vantaggioso per l’ambiente, per esempio, la costruzione di un parco eolico o di fabbriche meno inquinanti, le energie rinnovabili, l’efficienza energetica, l’utilizzo sostenibile dei terreni, depurazione delle acque. In una parola, green energy. In Italia, da questo punto di vista, siamo ancora immaturi e arretrati rispetto ai paesi del nord Europa o agli Stati Uniti. The Economist osserva che il fondo pensione pubblico della Svezia è stato uno dei primi a investire in questi tipo di obbligazioni, ma sono già più di 250 le istituzioni che hanno acquistato almeno un bond verde.

Tra questi, Zurich Insurance, che lo scorso novembre ha reso pubblico l’investimento di 1 miliardo di dollari in obbligazioni verdi per il portafoglio gestito da BlackRock.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami