A2A lancia nuovo bond e fa buy back su quelli vecchi

Collocato con successo un nuovo prestito obbligazionario da 500 milioni di euro a 7,5 anni con cedola del 4,375%. I proventi saranno utilizzati per rimborsare anticipatamente altre due obbligazioni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Collocato con successo un nuovo prestito obbligazionario da 500 milioni di euro a 7,5 anni con cedola del 4,375%. I proventi saranno utilizzati per rimborsare anticipatamente altre due obbligazioni

Forte domanda per le nuove obbligazioni di A2A che torna sul mercato dei capitali con un bond da 500 milioni di euro. La multiutility lombarda ha da poco collocato sulla borsa del Lussemburgo una nuova obbligazione ricevendo richieste superiori a 2,5 miliardi da tutta Europa e anche da qualche banche americana per cinque volte l’ammontare richiesto. Il nuovo bond, destinato a investitori istituzionali, era atteso dal mercato già da settimane nell’ambito del Programma Euro Medium Term Notes per complessivi 2 miliardi di euro approvato dal Consiglio di Gestione lo scorso 19 settembre 2012, per cui gli investitori istituzionali erano già debitamente informati e pronti a raccogliere la nuova offerta che ha fatto il tutto esaurito nel giro di poche ore. La nuova obbligazione A2A – si legge in una nota della società – è finalizzata “ad allungare la durata media del debito e a ottimizzare il profilo temporale delle scadenze” e servirà a richiamare anticipatamente, seppure in forma parziale, due obbligazioni quotate.

 

Obbligazioni A2A 4,375% 2021 caratteristiche e dettagli

Collocato al prezzo di 99,323 da un pool di banche internazionali (Bbva, Bnp, Deutsche Bank, SocGen, Banca Imi e Unicredit), il nuovo bond senior A2A offre un rendimento a scadenza del 4,48%, più o meno in linea con le attese del mercato. L’obbligazione (Isin: XS0951567030) paga una cedola fissa del 4,375% il 10 Luglio di ogni anno fino al 2021 quando andrà a rimborso naturale e prevede la possibilità di rimborso anticipato a partire dal quarto anno. Il titolo sarà quotato presso la Borsa del Lussemburgo e negoziabile per tagli minimi da 100.000 euro con multipli aggiuntivi di 1.000. Over the counter (Otc), cioè sul mercato non regolamentato, è già disponibile e tratta intorno a 99,60-100. Il rating assegnato dalle agenzie internazionali è BBB per Standard & Poor’s e Baa3 per Moody’s e, ai prezzi attuali, offre un premio di circa 253 punti base sulla durata di sette anni e mezzo anni rispetto alle emissioni obbligazionarie che godono della massima affidabilità (AAA).

 

A2A lancia buy back su due bond

 

A_Combo2_1741cf2f-f37b-4f7b-8588-8ac470266f51

Gran parte dei soldi ricavati dal collocamento del nuovo prestito obbligazionario saranno utilizzati per abbattere il debito di A2A. “In linea con la strategia finanziaria del gruppo – dice la società in un comunicato – volta ad allungare la durata media del debito e a ottimizzare il profilo temporale delle scadenze, A2A ha contestualmente lanciato un’offerta per il riacquisto parziale delle obbligazioni con scadenza 2014 e 2016. L’offerta si chiuderà lunedì 8 luglio”. Più nel dettaglio, la tender offer riguarda il bond da 500 milioni ( XS0193337796) originariamente emesso da ASM Brescia con cedola 4,875% e scadenza 2014, e il bond da 1 miliardo (XS0463509959) emesso da A2A con cedola 4,5% e scadenza 2016 le cui quotazioni si sono alzate proprio in concomitanza con l’emissione del nuovo prestito. Il prezzo che A2A corrisponderà ai portatori delle obbligazioni in parola sarà di 103,80 per il primo bond, mentre per il secondo il prezzo sarà determinato dalle quotazioni registrate in data 9 Luglio maggiorato di 155 punti base. L’emittente – secondo il comunicato ufficiale diffuso in data 2 Luglio che riportiamo integralmente qui sotto – rimborserà al massimo 400 milioni di euro complessivi per entrambe le emissioni nel rispetto dei quantitativi minimi che potranno essere apportati in adesione e cioè, 50.000 euro nominali per il primo bond e 100.000 per il secondo. Non è escluso, comunque, che A2A possa ricomprarsi anche altri titoli in futuro sul mercato, anche perché le disponibilità non mancano di certo. Recentemente A2A ha accettato un’offerta da parte del gruppo BKW per l’acquisizione della propria controllata al 100% Chi.Na.Co, proprietaria di cinque piccoli impianti idroelettrici ad acqua fluente, per una potenza installata di circa 8 MW. L’offerta, che si perfezionerà il prossimo 5 Luglio, prevede un prezzo di 38 milioni di euro, cui potrebbero aggiungersi ulteriori 1,6 milioni al verificarsi di alcune condizioni entro il prossimo anno.

IL COMUNICATO UFFICIALE – Buy Back bond A2A 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.