'Zona rossa Italia e Europa, nuove mappe Ecdc mostrano quarta ondata

Zona rossa in Italia e Europa, le mappe aggiornate dell’Ecdc mostrano la quarta ondata del covid-19

Le mappe europee mostrano la quarta ondata in Italia e in Europa.

di , pubblicato il
Zona rossa

Cambiano ancora le mappe dell’Ecdc, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, che segnalano le zone rosse in Italia e in Europa aggiornate al 19 novembre. La situazione è sempre più grave e si nota anche dal colore generale dell’Europa sulla mappa che raffigurano la quarta ondata.

Le mappe europee mostrano la quarta ondata in Italia e in Europa

Il report considera l’incidenza ogni 100mila abitanti combinata con il tasso di positivi sui test effettuati. In Italia tutte le regioni sono segnalate in zona gialla, tranne la Sardegna, unica in zona verde mentre Veneto, Provincia di Bolzano, Friuli Venezia Giulia e Marche in zona rossa. Molise e Valle d’Aosta erano in zona verde e sono passate in giallo. Dunque, anche in Italia la situazione sta peggiorando rispetto alle settimane precedenti così come in Francia, dove ugualmente stanno aumentando di nuovo le zone rosse, mentre tutto il resto del paese è giallo. Preoccupazione anche nel resto d’Europa, dove la quarta ondata è nel suo pieno.

Aumentano infatti i contagi in Irlanda, Belgio, Olanda, Paesi baltici, Germania, Austria e tutti i Paesi dell’Europa centrale e dell’Est nonchè i paesi scandinavi, quindi Norvegia, Islanda, Svezia e Finlandia. Più di mezza Europa si trova nella zona rossa o rosso scuro. Le uniche zona in giallo, oltre a 16 regioni italiane, sono parte della Francia e Portogallo mentre per la Spagna mancano i dati.

Nessuna regione in zona rossa e gialla, almeno per adesso

In Europa, quindi, i casi di coronavirus sono in netto aumento e per questo molti paesi stanno imponendo nuove restrizioni e regole per non vaccinati ma anche per la popolazione in generale.

Per quanto riguarda, invece, il report ISS che riguarda solo l’Italia e il sistema a colori, alcune regioni come il Friuli Venezia Giulia e la provincia di Bolzano anche per la prossima settimana rimarranno in zona bianca ma potrebbero rischiare il passaggio dal 29 novembre. A rischio per le prossime settimane anche Marche, Veneto e Calabria. A dicembre, quindi, anche il nostro paese potrebbe colorarsi di giallo.

Vedi anche: Zona gialla e zona rossa: nuove mappe europee del contagio aggiornate e le province italiane dove aumentano i casi

Argomenti: ,