Zona rossa in Italia a causa della variante Delta: le regioni rischiano davvero? Ecco da quando

Pericolo zona rossa per le Regioni a partire dall'autunno a causa della variante Delta? 

di , pubblicato il
Lockdown

L’estate è ormai entrata nel vivo ma a far paura è la variante Delta che continua la sua corsa anche in Italia e rischia di portare a nuove chiusure dall’autunno e regioni in zona rossa. Con il decreto dello scorso 22 luglio, il Governo ha cambiato i parametri per il cambio colore delle Regioni, imponendo un maggior peso per il numero di ricoveri. Con questa mossa, almeno per le prossime settimane, la maggior parte delle Regioni potrebbero evitare la zona gialla e rimanere in zona bianca e salvare la stagione turistica. Ma cosa accadrà dall’autunno?

Pericolo zona rossa per le Regioni a partire dall’autunno a causa della variante Delta?

Per passare in zona rossa, infatti, le Regioni devono presentare il 30% di posti letto occupati in terapia intensiva e il 40% nei reparti ordinari. Grazie ai vaccini, la possibilità di arrivare a questi numeri si fa molto flebile, almeno a breve termine. In sostanza, grazie alla campagna vaccinale, nonostante la maggior contagiosità della variante Delta, al momento non sembrano contemplate nuove regioni rosse e chiusure come accaduto lo scorso autunno. Difficile, invece, prevedere che cosa accadrà da settembre-ottobre.

Rischio 50mila casi al giorno e chiusure a settembre

Gli esperti parlano di 50mila contagi entro fine agosto, sulla scia della Gran Bretagna, dove in circa due mesi si è passati da mille contagi giornalieri a 50mila. La situazione in Uk sta migliorando e dopo il picco, ormai sono 7 giorni che il numero di contagi è sceso sotto i 30mila. Ora, invece, tocca a Spagna e Francia rivivere la stessa situazione, ecco perché gli esperti sembrano concordi nel ritenere che anche in Italia entro fine estate si potrebbe arrivare a 50mila contagi giornalieri.

A quel punto se anche la situazione nelle terapie intensive non dovesse migliorare, non è da escludere che alcune Regioni passeranno in zona rossa nel periodo tra settembre e ottobre.
Al momento, invece, non sono da escludere le zone rosse locali. In molte località di vacanza, infatti, a causa dei focolai creati dalla variante Delta, le amministrazioni locali hanno imposto nuove restrizioni come l’obbligo di mascherina all’aperto oppure zone rosse come accaduto a Terranova da Sibari, in provincia di Cosenza.

Vedi anche: Variante Delta, 50.000 contagi al giorno in Italia: le ultime previsioni, ecco da quando

Argomenti: ,