'Zona arancione e gialla, regioni che rischiano da gennaio nuove restrizioni

Zona arancione e gialla, ecco le regioni che rischiano da gennaio le nuove restrizioni

Le regioni che rischiano la zona arancione dal 3 gennaio in poi.

di , pubblicato il
Zona blu

Con l’aumento consistente dei contagi, destinati a salire ancora nei prossimi giorni, sono sempre di più le regioni a rischio zona arancione. Attualmente sono 12 su 20 le regioni che superano la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva, dati che non lasciano sperare per il meglio.

Le regioni che rischiano la zona arancione dal 3 gennaio in poi

Il 27 dicembre non c’è stato nessun cambio colore e nessuna regione è passata in zona gialla o arancione ma dal 3 gennaio il cambio colore non dovrebbe sfuggire e addirittura alcune rischiano la zona arancione. I dati peggiori riguardano le province autonome di Trento e Bolzano, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, la Liguria, la Calabria e le Marche già in zona gialla ma a rischio passaggio in arancione tra il 3 e il 17 gennaio. Sempre dal 3 gennaio dovrebbero passare in zona gialla Lazio e Lombardia mentre la Sicilia potrebbe vedere il passaggio anticipato già a Capodanno.

Le regioni che rischiano la zona gialla

Secondo gli ultimi dati Agenas relativi al 26 dicembre, nove regioni hanno raggiunto le soglie critiche delle rianimazioni e dei reparti ordinari. Si tratta Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Province di Bolzano e Trento, Piemonte e Veneto.
Lazio, Liguria, Marche, Pa Bolzano e Trento, Piemonte e Veneto, Abruzzo, Emilia-Romagna e Toscana risultano avere occupati più del 10% dei posti letto in terapia intensiva ma rimangono sotto al 15% nei reparti ordinari. Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria invece sono le regioni con i dati migliori attualmente.

Dal 3 gennaio, quindi, a passare in zona gialla potrebbero essere oltre a Lazio, Sicilia e Lombardia, anche Emilia-Romagna e Piemonte. Per la zona arancione, invece, il 3 gennaio molto probabilmente nessuna cambierà colore ma i dati in peggioramento fanno pensare che entro la metà del mese alcune regioni avranno a che fare con nuove restrizioni a causa della zona arancione.

Vedi anche: Zona gialla, boom di contagi per la variante Omicron: le regioni che rischiano davvero prima di Natale e Capodanno

Argomenti: ,