Zanzara tigre, è guerra aperta: un importante studio annuncia un rimedio naturale inaspettato

La zanzara tigre non è soltanto fastidiosa, può essere anche pericolosa: ecco, secondo uno studio scientifico, un repellente naturale assolutamente inaspettato.

di , pubblicato il
La zanzara tigre non è soltanto fastidiosa, può essere anche pericolosa: ecco, secondo uno studio scientifico, un repellente naturale assolutamente inaspettato.

Annunciamo immediatamente che non si tratta di un rimedio della nonna, ma di uno studio scientifico pubblicato su PubMed, importante portale medico: si tratta di un modo assolutamente inaspettato, mediante l’utilizzazione del caffè, per impedire la proliferazione della zanzara tigre. Analizziamo la questione.

Repellente contro la zanzara tigre: la soluzione del caffè

Il caffè avrebbe un vero e proprio potere repellente nei confronti della zanzara tigre: questo è quanto emerso da un recentissimo studio pubblicato su PubMed. Si tratta di un rimedio naturale che si inserisce all’interno di una serie di studi che cercano di trovare il modo per evitare il proliferare di questo fastidiosissimo, e a volte pericoloso, insetto. Lo studio rivela come le larve e gli esemplari adulti di zanzara tigre abbiano sviluppato una forte resistenza agli insetticidi, per cui la nuova frontiera di questa guerra aperta è la maniera di evitare la deposizione delle uova.

Ed ecco che entra in gioco il caffè: si è dimostrato che, laddove si trovi la presenza degli scarti di caffè, le femmine gravide si allontanerebbero e sarebbero scoraggiate dal deporre le uova; in più, sempre in presenza degli scarti, la maturazione embrionale risulta molto ridotta. Infine, si è scoperto che la vita delle zanzare cresciute in un ambiente in cui è presente il caffè è sensibilmente inferiore. Insomma, il consiglio è semplice: basta aggiungere all’interno dei sottovasi delle nostre piante dei fondi di caffè.

Insomma, si tratterebbe di riutilizzare gli scarti del caffè, in quanto contengono sostanze tossiche per la zanzara tigre. In più, si tratterebbe di un modo per limitare l’inquinamento causato dagli insetticidi in commercio e dagli stessi scarti. Insomma, due piccioni con una fava.

La zanzara tigre come problema medico globale  

La guerra aperta contro la zanzara tigre non è soltanto perché si tratta di un insetto fastidioso, ma anche perché può rappresentare un pericolo per la salute. Vale la pena ricordare che essa è il vettore della cosiddetta febbre dengue, malattia di origine virale, un combinato di quattro virus trasmessi all’uomo proprio attraverso la puntura della zanzara tigre.

Si tratta di una malattia tropicale e subtropicale, ma che, a seguito del flusso di merci e persone, si sta spostando anche in altre aree del pianeta.

Leggete anche: Guerra alla Zanzara tigre: ecco come prevenire le punture durante l’estate.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,